Polizia (foto depositphotos)
Cronaca
Attivi a Madonna di Campagna

Rapine a mano armata in tre supermercati di Torino, presi i due responsabili

Individuati dalla Squadra Mobile grazie all’esame dei filmati e a intercettazioni telefoniche

Nella mattinata odierna, la Squadra Mobile della Questura di Torino ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti di due soggetti italiani, M.D. e M.R., rispettivamentre di 35 e 29 anni, gravemente indiziati di aver perpetrato tre rapine a mano armata in danno di supermercati ubicati nel capoluogo piemontese.

L’attività d’indagine, coordinata dal Pubblico Ministero Dott.ssa Eugenia Ghi, prendeva avvio in seguito a una rapina commessa nel dicembre 2020 in danno di un minimarket sito nel quartiere Madonna di Campagna. Nell’occasione un soggetto, travisato e armato di pistola, intimava a due dipendenti di aprire le casse impossessandosi di un bottino ammontante a circa 2.300 euro, per poi darsi alla fuga.

Nel corso di marzo e aprile scorsi venivano poi consumati altri due atti predatori in danno di altro supermercato ubicato nel medesimo quartiere da parte di due soggetti travisati, entrambi armati di pistole semiautomatiche, che, dopo aver minacciato i dipendenti, si facevano aprire la cassaforte, impossessandosi di circa 7.200 euro, dileguandosi poco dopo.

L’analisi delle modalità con cui venivano perpetrate le rapine e la disamina dei filmati della videosorveglianza presenti in zona, portava gli investigatori sulle tracce dei due malviventi, entrambi pluripregiudicati per reati contro il patrimonio. La successiva attività intercettiva delle utenze dei due sospettati nonché la ricostruzione di tutte le prove acquisite permettevano di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a loro carico, tali da determinare l’A.G. procedente a emettere l’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

M.R. è ritenuto responsabile delle rapine commesse nei mesi di marzo e aprile in concorso con M.D., quest’ultimo gravemente indiziato anche per la rapina perpetrata nel mese di dicembre, nonché già detenuto presso la locale Casa Circondariale in quanto arrestato in flagranza di reato da personale della Squadra Mobile lo scorso 21 luglio nella cui occasione commetteva, armato di un paio di forbici, altro atto predatorio sempre in danno di un supermercato.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo