Il coltellino sequestrato dalla polizia alla gang di nordafricani
News
Agenti della Volante in azione

Rapina e spaccio a San Salvario: in cinque finiscono in manette

In via Berthollet pusher “ripulisce” cliente e poi lo ferisce con un coccio di bottiglia al volto. In via Nizza una gang di nordafricani rapina un giovane minacciandolo con un coltellino

Rapina e spaccio: cinque in manette a Torino. Arrestati dagli agenti della Squadra Volante in poco meno di ventiquattrore nel quartiere San Salvario. Il primo ad essere caduto nella rete è stato un diciottenne libico con precedenti a carico e diversi alias. Il giovane è stato fermato in via Berthollet (angolo via Belfiore) con l’accusa di rapina. Nei suoi confronti, inoltre, è scattata anche una denunciata per lesioni personali.

RUBA SOLDI E CELLULARE AL CLIENTE, POI LO FERISCE AL VOLTO
Insieme con un complice (rimasto ignoto), il 18enne è accusato di aver sottratto all’acquirente, nel corso di una “compravendita” di stupefacenti, 100 euro e il suo cellulare. Alla richiesta della vittima che gli venisse restituito il maltolto, quest’ultima è stata spinta, fatta cadere a terra e quindi colpita al volto con un coccio di bottiglia. Il ferito, a quel punto, ha chiesto aiuto a una pattuglia di militari dell’Esercito in quel momento impegnati in un servizio di vigilanza davanti alla sinagoga.

RINTRACCIATO E FERMATO IN VIA BERTHOLLET
I soldati hanno riferito l’accaduto alla centrale operativa della Polizia. E una delle Volanti, inviata sul posto, ha rintracciato e fermato uno degli aggressori in via Berthollet, nonostante il suo tentativo di fuga. Il giovane ha cercato di confondersi tra i passanti e di nascondersi dietro le auto in sosta, ma per lui non c’è stato scampo.

SPACCIATORE IN TRAPPOLA: ALLA VISTA DEGLI AGENTI SCAPPA
Il secondo arresto è scattato a metà strada tra corso Massimo D’Azeglio e corso Vittorio Emanuele II. Qui, infatti, un senegalese di 36 anni, è stato ammanettato per spaccio di droga sempre dagli agenti della Volante. Lo straniero, con diversi precedenti a carico, poco prima aveva ceduto della droga ad un cliente. Alla vista degli agenti, si è dato alla fuga, disfacendosi dello stupefacente in suo possesso, ma è stato fermato dopo poche decine di metri. Sottoposto a controlli, il pusher è risultato anche irregolare sul territorio nazionale. A suo carico anche un ordine di espulsione risalente allo scorso gennaio, emesso dal Questore di Siracusa.

CIRCONDATO DALLA GANG, MINACCIATO CON UN COLTELLINO E RAPINATO
Altre tre persone, infine, sono state arrestate, sempre per rapina, in via Goito. I malviventi hanno agganciato un 22enne all’uscita da un kebab di via Nizza, accerchiandolo. Uno dei tre lo ha minacciato con un coltello per farsi consegnare i soldi. Alla scena hanno assistito anche altri due stranieri presenti a breve distanza che poi si sono allontanati in compagnia del trio di malfattori. Nel corso del raid, uno dei rapinatori ha preso il portafogli della vittima prelevandone due banconote da 20 euro, mentre un suo complice cercava di impossessarsi anche del cellulare del malcapitato.

LA VITTIMA SCAPPA E CHIEDE AIUTO ALLA POLIZIA
Il giovane è riuscito a fuggire e a raggiungere la sua auto. Poco dopo, ha incrociato una pattuglia della Volante alla quale ha raccontato per filo e per segno tutto l’accaduto. Gli agenti, grazie alle sue indicazioni, hanno rintracciato e fermato in via Goito i tre autori della rapina: si tratta di tre cittadini marocchini. Dagli accertamenti sono risultati essere tutti irregolari sul territorio nazionale e con a carico numerosi precedenti.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo