Rami
Animali
CUMIANA

Rami, dalla Svizzera a Zoom per scappare dai bracconieri

Ecco il nuovo ospite di 3 anni e una tonnellata giunto martedì al bioparco

Ha viaggiato per 8 ore in una speciale box, su un camion adatto a trasporti di animali pesanti e pericolosi, e martedì 4 maggio è arrivato in serata a Cumiana. Rami è il secondo rinoceronte bianco attualmente ospite del bioparco Zoom. È nato a Tel Aviv, in Israele, 3 anni fa, pesa una tonnellata e dal 20 febbraio 2020 era stato trasferito allo Zooh! Di Zurigo, in Svizzera.

Il rinoceronte bianco è una specie ad alto rischio di estinzione per via del bracconaggio. Ci sono infatti credenze che fanno pensare che la polvere del suo corno abbia capacità curative di varie malattie, dalla febbre al tumore, nonché effetti afrodisiaci. Il valore stimato del suo corno è di 90mila dollari al chilo, contando che arriva a pesarne 5 o 6, i bracconieri possono fare in poco tempo 540mila dollari.

La pratica illegale dell’uccisione dei rinoceronti bianchi sta mettendo in serio pericolo la specie, tanto che alla fine del 2017 si parlava di soli 20mila esemplari presenti in natura e se gli abbattimenti illegali continueranno, presto ne rimarranno solo più alcuni nei parchi. Per questo motivo questi animali rientrano in programmi di tutela ed è proprio nell’ambito di quello europeo destinato alle specie minacciate, che è stato deciso di trasferire Rami da Zurigo al Torinese.

Il suo viaggio verso Cumiana è stato organizzato diversi mesi fa e il capo keeper Irene Carnovale e la veterinaria Sara Piga sono andate più volte in Svizzera perché Rami potesse abituarsi alla loro presenza. I rinoceronti, infatti, vedono molto poco, ma si orientano con gli odori. Appena arrivato a Zoom, Rami è stato portato nella sua holding, una zona coperta con temperatura media di 18°, dove è rimasto un giorno per ambientarsi prima che potesse fare il suo primo giro nel paddock, giovedì.

Il suo habitat si chiama Serengeti: qui, in oltre 15.000 metri quadri, convivono, senza gabbie o recinzioni, una decina di specie della savana. E presto anche lui potrà convivere con altri animali come zebre o piccole antilopi, ma anche con John, l’altro rinoceronte bianco del bioparco, che ha 6 anni ed era rimasto solo dopo la morte del fratello Ian, lo scorso dicembre, per una malformazione cardiaca.

«In questa fase di ambientamento, per evitare che si carichino, vengono fatti uscire a tempi alterni dall’area coperta dove sono ospitati» spiegano gli addetti di Zoom. I visitatori potranno conoscere il nuovo arrivato durante il talk “White rhino”, un appuntamento con un biologo che parlerà delle particolarità di questa specie, sfaterà le credenze sul suo corno e informerà il pubblico della piaga del bracconaggio, sensibilizzando l’utenza sul progetto di conservazione “Adotta un rinoceronte”, che sostiene i rangers e il Parco nazionale Pilanesberg in Sudafrica.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo