Al vaglio degli inquirenti la velocità e il mancato rispetto delle distanze di sicurezza

Ragazzina di 13 anni morta nell’incidente stradale, indagata la mamma

La donna, alla guida di una Mini, ha tamponato una vettura che stava effettuando un'inversione di marcia. Nello scontro ad avere la peggio è stata la figlia

La Mini dopo l'incidente. Nel riquadro, la piccola Beatrice

Una ragazzina di 13 anni è morta ieri in un incidente stradale a Gassino, nel Torinese. Oggi la madre, ancora ricoverata con il marito nell’ospedale San Giovanni Bosco di Torino, è stata iscritta dalla procura di Ivrea nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio stradale.

LO SCHIANTO ALLE PORTE DI GASSINO
La donna, 39 anni, era al volante di una Mini che, mercoledì sera, alle porte di Gassino, sulla strada che collega Bussolino con Rivalba, ha tamponato un’altra vettura (una Fiat Punto) guidata da un 22enne del posto, che stava effettuando un’inversione di marcia.

NELLO SCONTRO LA RAGAZZA HA AVUTO LA PEGGIO
Nello scontro ad avere la peggio è stata la figlia Beatrice Montrucchio, seduta sul sedile posteriore (insieme ad un amico di famiglia) senza le cinture di sicurezza. Al vaglio degli inquirenti c’è la velocità della Mini e il mancato rispetto delle distanze di sicurezza.

loop-single