IL CASO

Raffica di incendi nei boschi. Paura in Valsusa e Canavese

Il forte vento di ieri ha favorito il veloce propagarsi delle fiamme

Sono giorni drammatici per i boschi dell’area metropolitana di Torino. Da domenica, sono ben sette gli incendi che stanno distruggendo ettari di terreni in tutto il Piemonte, visto che tra gli interventi c’è anche quello di Borgosesia, nel Vercellese. I roghi sarebbero tutti o quasi opera di più piromani, cui si deve sommare il forte vento di Fhoen che ha favorito il propagarsi delle fiamme e complicato le operazioni di spegnimento.

A Corio la situazione più delicata, alla pari di quella Coazze. Massiccio il dispiegamento di uomini nelle zone che stanno bruciando: ben 100 operatori Aib (Anticendi boschivi) e una trentina di mezzi. Cui si aggiungono tutti i mezzi dei vigili del fuoco, provenienti dal distaccamento centrale di Torino e con le squadre volontarie, che da domenica non hanno smesso un attimo di lavorare per arginare il fronte. Ieri le squadre di terra sono state supportate anche da un Canadair, proveniente da Roma Ciampino.

Un primo incendio era divampato nel pomeriggio di domenica a Corio, ma era stato spento dai volontari Aib e dai pompieri in poche ore. Poi, nella notte tra domenica e lunedì, un nuovo allarme e il massiccio arrivo di mezzi e uomini, visto che le fiamme erano ben visibili da Rocca, Levone, Forno Canavese, Busano e Rivara. Grazie anche al tempestivo intervento dei pompieri e dell’Aib, le fiamme non sono arrivate a lambire le abitazioni, anche se la situazione è monitorata di ora in ora.

Stessa cosa anche a Coazze, dove un rogo è divampato nella zona dei Picchi del Pagliaio, con il Cai che ha messo un rifugio a disposizione dei volontari impegnati nelle operazioni di spegnimento.

Non solo boschi: ieri pomeriggio, a Balangero, una casa è andata a fuoco in via Banna. Le operazioni di spegnimento sono state rese difficili proprio dal vento. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Venaria e Torino, visto che la maggior parte dei colleghi erano impegnati proprio a Corio.

Dal 30 dicembre, giorno in cui la Regione Piemonte ha dichiarato lo stato di massima pericolosità incendi boschivi, si sono contati, su tutto il territorio regionale, 66 incendi su cui sono intervenuti 180 mezzi e 507 volontari del Corpo antincendi boschivi.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single