Il palazzo del Quirinale (foto depositphotos)
Politica
GRANDI MANOVRE

Quirinale, “fumata nera” anche alla sesta votazione: quorum non raggiunto. Oltre trecento preferenze per Mattarella [SEGUI LA DIRETTA]

Partiti ancora divisi sulla scelta del nuovo presidente della Repubblica

Doppia fumata nera oggi anche nella quinta e la sesta votazione per l’elezione del presidente della Repubblica.

LA SESTA VOTAZIONE
Anche la sesta votazione ha registrato una nuova fumata nera. Iniziata alle 17, lo spoglio delle schede si è concluso poco prima delle 21: Sergio Mattarella il più votato, con oltre 330 preferenze ma lontano dal quorum di 505. Voti anche per Nino Di Matteo (circa 40), Casini (9), Manconi (8), Cartabia e Draghi (5). Settimo scrutinio previsto per le 9,30 di domani: ha ripreso quota l’ipotesi di una donna presidente, come confermato prima da Matteo Salvini e quindi da Giuseppe Conte. Al centro delle trattative il nome di Elisabetta Belloni, prematuramente respinto però da Matteo Renzi di Italia Viva e da Forza Italia.

LA QUINTA VOTAZIONE
Il centrodestra, riunitosi la scorsa notte in vertice, ha deciso di puntare su un solo nome: quello di Elisabetta Casellati. “Casellati ha il profilo di garanzia che gli italiani si aspettano, oltretutto sarebbe il primo presidente donna” ha detto il segretario della Lega Matteo Salvini. No secco del centrosinistra: “Proporre la seconda carica dello Stato sarebbe un’operazione mai vista nella storia del Quirinale, assurda e incomprensibile” ha commentato, in un tweet, il segretario del Pd Enrico Letta. Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, non ha escluso l’ipotesi Mattarella bis. In ogni caso, l’esito del primo scrutinio (quinta chiama) ha dato luogo all’ennesima fumata nera: la Casellati, infatti, ha ricevuto 382 voti, ben lontani dalla soglia delle 505 preferenze fissata dal quorum ma anche dal limite dei 400 voti fissato da alcuni esponenti del centrodestra per poterla ricandidare, questa sera, anche alla sesta chiama.

+++Gli aggiornamenti in tempo reale+++

20.55. TERMINATO LO SPOGLIO: QUORUM NON RAGGIUNTO
E’ terminato anche lo scrutinio della sesta votazione per l’elezione del presidente della Repubblica. In corso il calcolo dei voti, ma anche questa volta il quorum non è stato raggiunto. Il più votato è stato Sergio Mattarella, che secondo le prime stime segna ben oltre le 330 preferenze.

20.30. TRA I NOMI ANCHE BELLONI, RENZI E FI SI OPPONGONO
Riprende quota il nome di Elisabetta Belloni come prossima presidente della Repubblica. A confermarlo anche il leader di Azione, Carlo Calenda, su Twitter. La prima opposizione è quella di Matteo Renzi di Italia Viva: “Il capo dei servizi segreti non può ricoprire questa carica”. Forti perplessità anche da parte di Forza Italia.

20.20. SESTA VOTAZIONE, AL VIA SPOGLIO DELLE SCHEDE
E’ iniziato lo spoglio delle schede della sesta votazione del presidente della Repubblica, come sempre presieduto dal presidente della Camera Roberto Fico e dal presidente del Senato Elisabetta Casellati.

19.55. SALVINI: “LAVORO PER PRESIDENTE DONNA, NON FACCIO NOMI”
“Sono al lavoro per eleggere una presidente della Repubblica donna in gamba, ma non farò nomi per adesso. Domani si chiuda”. Lo ha detto Matteo Salvini ad alcuni giornalisti che lo hanno fermato all’uscita da Montecitorio.

19.40. CONCLUSA LA SECONDA CHIAMA DEI DEPUTATI
Si è conclusa la prima e la seconda chiama dei deputati alla Camera. La seduta è ora sospesa e riprenderà tra pochi minuti per i delegati regionali.

19.15. LETTA: “DIALOGO POSITIVO. NON FACCIO NOMI”
Enrico Letta, segretario del Pd, è intervenuto a SkyTg24: “Ho fiducia nel dialogo, anche se abbiamo perso 4 giorni perché il centrodestra doveva fare un giro per rendersi conto che non ci sono i numeri. Non faremo nomi e non sono sicuro che ne esca uno adesso, serve un presidente con larga intesa. Mattarella? Sarà sempre il massimo al Quirinale”

19.06. LEGA, SALVINI A LAVORO PER NOME FUORI DA PARTITI
Fonti vicine alla Lega hanno riferito di un Matteo Salvini al “lavoro per dare un nome di livello e al di fuori dei partiti al paese, superando veti e perdite di tempo”

18:50. RIPRESI LAVORI: CHIAMA DEI DEPUTATI
Sono appena ripresi i lavori alla Camera dove, in questi minuti, si procede con la prima chiama dei deputati per la sesta votazione (si ricomincia dalla lettera F).

18:45. ALLE 20:15 LA RIUNIONE DEI GRANDI ELETTORI DI FI-UDC
Alle 20:15 tocca all’assemblea dei grandi elettori di Forza Italia e Udc riunirsi nella Sala del Mappamondo (palazzo dei gruppi di Montecitorio).

18:38. LETTA: “SALVINI? CI STIAMO PARLANDO. SONO OTTIMISTA”
Ci stiamo parlando. Sono ottimista“. Così, a proposito di Matteo Salvini, il segretario del Pd Enrico Letta al termine dell’incontro con il leader pentastellato Giuseppe Conte e lo stesso segretario leghista. “tra un’ora ci rincontreremo” con Salvini e Conte ha poi aggiunto il segretario dem.

18:36. BREVE PAUSA DEI LAVORI ALLA CAMERA
Breve pausa, alla Camera, per la sesta votazione dei Grandi Elettori. La chiama per l’elezione del Presidente della Repubblica riprenderà a breve.

18:25. SALVINI VEDE DRAGHI
Dopo i leader del Movimento e del Pd, Matteo Salvini si sarebbe visto anche con il presidente del Consiglio Mario Draghi. A quanto pare i due sono stati visti uscire a pochi minuti di distanza l’uno dall’altro dallo stesso palazzo nei pressi di via Veneto.

18:17. VERTICE SALVINI-LETTA-CONTE
In questo momento, alla Camera dei Deputati, è in corso un vertice a tre fra Matteo Salvini, Enrico Letta e Giuseppe Conte. Al centro del colloquio la possibilità di riuscire ad individuare una candidatura che sia condivisa per il Colle.

18:05. ORA TOCCA AI DEPUTATI
I lavori nell’emiciclo di Montecitorio sono ripresi con la prima chiama dei deputati per la sesta votazione (la seconda del giorno).

18:02. MELONI (FDI): “DOPO IL VOTO, LA PAROLA TORNI A ITALIANI”
“L’Italia ha solo un modo per uscire dal blocco creato da certa politica: elezioni subito per dare alla Nazione un governo degno di questo nome. Dopo l’elezione del Presidente della Repubblica, la parola torni agli italiani”. Così Giorgia Meloni, postando su Facebook e Twitter un video del deputato Giovanni Donzelli.

17:57. TERMINATA LA CHIAMA DEI SENATORI
Dopo le due chiamate dei senatori, la seduta alla Camera dove si sta votando per la sesta volta per scegliere il nuovo presidente della Repubblica, è stata sospesa per alcuni minuti. I lavori riprenderanno alle 18.03 con la  prima chiama per i deputati.

17:46. BERNINI (FI): TRATTATIVA APERTA CON IL CENTROSINISTRA
“Abbiamo aperto una trattativa”, con il centrosinistra, “vediamo”. Lo ha detto la capogruppo di Forza Italia al Senato, Anna Maria Bernini, parlando con i giornalisti.

17:24. CANGINI (Fi): “DECIDA BERLUSCONI”
Fallita la strategia della spallata cara a Meloni e Salvini, confido che sia ora Berlusconi ad indicare uno scenario ragionevole e di conseguenza percorribile”. Lo ha scritto, su Twitter, Andrea Cangini (FI).

17:21. TOTI: “PIU’ CONTATTI TRA CONTE E SALVINI”
Contatto Conte-Salvini? “Anche più contatti”. Lo ha rivelato Giovanni Toti, rispondendo ai giornalisti. “Spero che entro sera si abbia il nome del ‘quirinabile’ e domani si possa chiudere la partita”, ha detto il presidente della Regione Liguria.

17:22. BOSSI: “SALVINI FARA’ QUELLO CHE GLI DICE BERLUSCONI”
“Salvini? Vedrete: farà quello che gli dice Berlusconi, andrà a ruota del Cavaliere. Cosa gli dirà Berlusconi? Che la sinistra vuole uno dei suoi alla presidenza”. Lo ha detto il senatore del Carroccio Umberto Bossi, parlando in Transatlantico con i giornalisti.

17:20. SENATORI DI FDI NON RISPONDONO A CHIAMA
I senatori di Fratelli d’Italia non stanno rispondendo alla prima chiama per la sesta votazione in corso a palazzo Montecitorio.

17:14. RENZI: “E’ MOMENTO SAGGEZZA, BUONSENSO E RAGIONEVOLEZZA”
“E’ il momento della saggezza, del buonsenso e della ragionevolezza”. Lo ha detto il leader di Italia Viva Matteo Renzi al termine dell’assemblea dei gruppi del suo partito nel corso della quale è stato deciso di votare scheda bianca alla sesta votazione.

17:05. COMINCIA LA SESTA CHIAMA
Nell’aula della Camera sono iniziate le manovre per la sesta votazione. Al banco della presidenza non ci sono Fico e Casellati ma il vicepresidente Fabio Rampelli.

17:00. I RENZIANI VOTERANNO SCHEDA BIANCA
Italia Viva
sembra  decisa a votare scheda bianca alla sesta chiama per il Quirinale. Lo si apprende da fonti del partito dopo l’assemblea di gruppo dei renziani.

16:50. IL CENTRODESTRA SCEGLIE DI ASTENERSI
Anche il centrodestra pare intenzionato ad astenersi in sede di sesta chiama (in programma tra pochi minuti nell’emiciclo di Montecitorio). Almeno questa sembra essere l’indicazione giunta al termine del vertice che ha visto protagonisti i rappresentanti di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia.

16.41 RIPRESO INCONTRO CONTE-LETTA-SPERANZA
Terminato e subito ripreso, l’incontro fra Enrico Letta (Pd), Roberto Speranza (LeU) e Giuseppe Conte (M5S). Con loro, nella sala Berlinguer del gruppo Pd della Camera, ci sono anche i rispettivi capigruppo dei tre partiti.

16:31. PD-LEU-M5S SI ASTERRANNO DURANTE SESTA VOTAZIONE?
Praticamente certo, in ambito M5S, un nuovo passaggio a vuoto in occasione nella sesta votazione per l’elezione del nuovo presidente della Repubblica (prevista a partire dalle 17). Tale mossa prevede dunque una probabile astensione da parte dei pentastellati. Scelta emulata anche da LeU e Pd.

16:24. TERMINATO L’INCONTRO PD-LEU-M5S
Si è da poco concluso l’incontro a tre Letta (Pd)-Conte (M5S) -Speranza (LeU) sull’elezione del nuovo inquilino del Quirinale. Incontro svoltosi nella sede del gruppo Dem alla Camera, per fare il punto sullo stato dell’arte della quinta votazione.

15:54. MELONI: “NOI E LA LEGA LEALI, GLI ALTRI NO”
“Anche alla quinta votazione, FdI si è confermata un partito granitico e leale. Anche la Lega ha tenuto. Non posso dire lo stesso per gli altri”. Così la leader di FdI, Giorgia Meloni, che poi ha aggiunto: “c’è chi in questa elezione, dall’inizio ha apertamente lavorato per impedire la storica elezione di un presidente di centrodestra”. “Le decine di milioni di italiani che credono in noi non meritano di essere trattati così. Occorre prenderne atto. Ne parlerò con Salvini, per sapere cosa ne pensa” ha concluso.

15:37. CENTRODESTRA SERRA I RANGHI: AL VIA NUOVO VERTICE
Proprio in questo momento, negli uffici della Lega alla Camera dei Deputati, è iniziato un nuovo vertice del centrodestra.

15:28. BRUGNARO (CI) LANCIA DRAGHI: “NON RESTA CHE LUI”
“Dopo Casellati non resta che Mario Draghi“. Lo ha dichiarato Luigi Brugnaro, leader di Coraggio Italia, componente del centrodestra.

15:20. TRA 5S, PD, LEGA E LEU VIA A RIUNIONE INFORMALE
Secondo alcune fonti, in questo momento tra le delegazioni di Lega, Movimento 5 Stelle, Pd e Leu alla Camera, è in corso una riunione definita “informale” per fare il punto della situazione in vista della sesta chiama (alle 17) per l’elezione del nuovo Capo dello Stato.

15.20. CACCIA AI FRANCHI TIRATORI DEL CENTRODESTRA
E’ partita la caccia ai “franchi tiratori“. Almeno sulla carta, infatti, il centrodestra può vantare 453 grandi elettori, ma alla Casellati sono andati “solo” 382 voti. In sostanza, mancano all’appello 71 voti. Chi si è smarcato e dove si annidano i franchi tiratori? “Non in Fratelli d’Italia e credo nemmeno nella Lega”, sbotta il vicepresidente del Senato ed esponente di FdI Ignazio La Russa, che aggiunge: “C’è qualcuno che se ne frega dei valori del centrodestra e pensa ad altre cose”.

15:14. LEGA: “NOSTRI VOTI COMPATTI A CASELLATI”
I 208 voti della Lega sono andati “compatti ad Elisabetta Casellati“. Lo hanno chiarito fonti del partito di via Bellerio, in merito all’esito della quinta chiama per l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica che vedeva, appunto, in lizza, per il centrodestra, proprio l’inquilina di Palazzo Madama.

15:14. AL CENTRODESTRA I CONTI NON TORNANO
Tuttavia ciò che appare evidente dall’esito dello scrutinio, è la mancata compattezza del cartello di centrodestra. Se infatti Fi, Lega, FdI ed alleati fossero rimasti compatti, alla Casellati sarebbe dovuti andare 457 voti dei grandi elettori, in ogni caso insufficienti per il raggiungimento del quorum (505). All’appello dunque ne sono mancati 75.

15:04. A MONTECITORIO VOTO BIS A PARTITE DALLE 17
Nuova chiama questa sera, a partire dalle ore 17.. Per la seconda volta, infatti, nel corso della giornata, dopo la “fumata nera” della quinta votazione il Parlamento sarà convocato in seduta congiunta per procedere con la sesta votazione dal momento che nessuno, come ha detto il presidente della Camera Roberto Fico proclamando il risultato dello spoglio, ha raggiunto il quorum previsto dalla Costituzione dei due terzi dei componenti del Collegio per essere eletto al Quirinale. Insomma, tra poco meno di due ore, si ricomincia.

14:50. QUORUM LONTANO: 382 VOTI PER LA CASELLATI
Elisabetta Casellati ha riscosso 382 voti, ben lontani dalla soglia delle 505 preferenze fissata dal quorum ma anche dal limite delle 400 preferenze fissato da alcuni esponenti del centrodestra per poterla ricandidare, questa sera, anche alla sesta chiama.

14:50 SI SONO ASTENUTI IN 406
Quattrocentosei, sono state le astensioni. Voti sono arrivati anche per Di Matteo (38), Mattarella (46), Berlusconi (8), Tajani e Cartabia (entrambi a quota 7), Casini (6), Draghi (3) e Belloni (2).

13:48. DI MAIO (M5S): “LA SITUAZIONE SI STA COMPLICANDO”
“La situazione si sta complicando, vediamo che succede”. Lo ha detto il ministro degli Esteri ed ex reggente dei 5 Stelle Luigi Di Maio parlando con i giornalisti.

13:45. FINITA CHIAMA DEPUTATI, ORA PAUSA POI TOCCA A DELEGATI REGIONALI
E’ finita anche la chiama dei deputati per la quinta votazione. La seduta è stata sospesa e riprenderà poco prima delle 14, con le operazioni di “chiama” dei delegati regionali.

13:23. BORGHI (PD): “INOPPORTUNO CASELLATI CO-PRESIEDA SCRUTINIO
Per Enrico Borghi, esponente della segreteria nazionale del Pd: “è inopportuno che la presidente Casellati co-presieda lo scrutinio delle schede, di fatto controllando i voti per se stessa. Nel 1992, quando Oscar Luigi Scalfaro si trovò in una condizione analoga, si astenne dal presiedere lo scrutinio lasciando il compito al vicepresidente Rodotà. Ci aspettiamo il medesimo rispetto delle istituzioni”.

13:05 NUOVO VERTICE DI CENTRODESTRA
“Noi nel centrodestra ci ritroviamo alle 14.30, vediamo l’esito del voto e vediamo come proseguire”, lo ha rivelato il leader della Lega Matteo Salvini annunciando, dunque, un nuovo vertice.

13:00. SALVINI: “SE QUESTO E’ BLITZ, ALLORA PRESENTO FATA MORGANA”
“Se questo è un blitz, allora mi arrendo, presentiamo la fata Morgana e Harry Potter, mi spiace, spero ci ripensino”. Così Matteo Salvini in conferenza stampa a Montecitorio, commentando i veti di Pd, LeU e 5 Stelle alla candidatura di Elisabetta Casellati per la carica del Colle.

12:52. SALVINI: “CHE C’ENTRA GOVERNO? NON E’ IN DISCUSSIONE”
“Non si capisce assolutamente il legame tra il presidente del Senato e la durata dell’esecutivo. Chi ne parla in questa maniera fa un torto alla Costituzione, a Draghi e agli italiani. Il governo non è in discussione, sono partite separate. Questo non è il momento di giochini politici”. Lo ha detto Matteo Salvini durante la conferenza stampa convocata alla Camera.

12:44. CONTE: “E’ UN ATTO DI FORZA, NOI NON PARTECIPIAMO
“Noi non partecipiamo a questo atto di forza, a queste conte sulle cariche istituzionali. Noi non partecipiamo a una conta, è una forzatura istituzionale, sono tre giorni che lavoriamo a un metodo che è anche difficile definire”. Così il leader pentastellato Giuseppe Conte all’uscita dalla Camera dei Deputati.

12:42. SALVINI: “SINISTRA FORSE VUOL FAR SALTARE GOVERNO?”
“Elisabetta Casellati ha quel profilo di garanzia che gli italiani si aspettano, oltretutto sarebbe il primo presidente donna. Non vorrei che con tutti questi no vogliano far saltare il governo, far saltare i nervi a Mario Draghi” ha spiegato Matteo Salvini in conferenza stampa.

12:21. SALVINI: “CASELLATI?  MASSIMA PROPOSTA DOPO MATTARELLA”
“Elisabetta Casellati? Abbiamo fatto la massima proposta possibile tolto il presidente Mattarella”. Lo ha spiegato Matteo Salvini, dichiarandosi “deluso dalla fuga della sinistra, che diserta il voto e anche le riunioni di maggioranza. “Speriamo non sia la giornata della diserzione” ha concluso il leader del Carroccio proponendo un nuovo incontro con i rappresentanti del centrosinistra nel pomeriggio.

12:15. CONCLUSA LA CHIAMA DEI SENATORI, ORA TOCCA AI DEPUTATI
Si è appena conclusa la chiama dei senatori per la quinta votazione per l’elezione del Presidente della Repubblica. Ora è la volta dei deputati. Seguirà, a ruota, quella dei delegati regionali.

12:14. PD, 5 STELLE E LEU: “NO A INVITO SALVINI”
Niente incontro tra le forze di maggioranza come proposto da Salvini. Pd, 5stelle e LeU hanno detto no all’invito del leader della Lega. Enrico Letta (Pd), Giuseppe Conte (Movimento) e Roberto Speranza (LeU) sono stati riuniti per circa tre ore nella sede del gruppo Pd alla Camera.

12:07. CENTRISTI VERSO DRAGHI O CASINI?
Fonti centriste riferiscono che, fra le varie opzioni attualmente sul tavolo, si starebbe valutando seriamente anche l’ipotesi di votare Pier Ferdinando Casini o Mario Draghi alla sesta votazione in programma oggi pomeriggio.

12:02. PARTE LA SECONDA CHIAMA
Si è conclusa pochi minuti fa la prima chiama dei senatori per la quinta votazione per eleggere il nuovo Presidente della Repubblica. Ora, nell’emiciclo di Montecitorio, è iniziata la seconda chiama.

12:00. PRIMA CHIAMA: IL CENTROSINISTRA SI ASTIENE 
Dem, 5s e LeU hanno deciso di astenersi alla prima chiama. La decisione è di fare altrettanto anche per la seconda. Al primo appello i grandi elettori del centrosinistra non hanno risposto, mentre al secondo si asterranno, vale a dire entreranno nell’Aula di Montecitorio ma senza ritirare la scheda.

11:52. LETTERA APPELLO AL CAVALIERE: “RIPENSACI”
In queste ore è spuntato, a sorpresa, un documento-appello promosso da vari senatori e deputati di fede forzista, a cominciare da Cristina Rossello, commissario cittadino di Milano, indirizzato a Silvio Berlusconi. “Caro, Presidente, per tutte queste le rivolgiamo un ossequioso appello affinché accolga il nostro grido d’allarme e revochi la sua decisione di rinunciare a concorrere per la presidenza della Repubblica”, si legge nel testo. Insomma: un invito a ripensarci.

11:50. GIORGETTI: “CASELLATI? TENTATIVO VA FATTO”
“Casellati? Il tentativo va fatto, è giusto. E’ la seconda carica dello Stato”. Questo il parere del ministro leghista Giancarlo Giorgetti rispetto alla candidatura del primo inquilino di palazzo Madama.

11:25. BERLUSCONI STA CON CASELLATI: “TUTTI DEVONO VOTARLA”
“ll centrodestra ha trovato l’accordo per il voto di questa mattina, su Elisabetta Casellati che da Presidente del Senato, Seconda Carica dello Stato, diventerebbe Prima Carica dello Stato. Io la conosco da oltre 30 anni e posso garantire sulla sua assoluta adeguatezza a questo eventuale nuovo ruolo super partes. Per tale motivo mi rivolgo ai Parlamentari di tutti gli schieramenti, per chiedere loro di sostenerla”. Lo riporta un post pubblicato sui canali social di Silvio Berlusconi.

11:15. CENTROSINISTRA NON PARTECIPA ALLA CHIAMA
Il centrosinistra si compatta. LeU, Pd e M5S hanno deciso di non rispondere alla prima chiama per l’elezione del nuovo Capo dello Stato in questa quinta votazione. Lo si apprende da fonti parlamentari.

11:12. SALVINI: “UN ONORE PROPORRE CASELLATI”
Elisabetta Casellati? “Una donna delle istituzioni al Quirinale. Un onore proporla“. Così, in un post su Facebook, il leader del Carroccio, Matteo Salvini.

11:10. MELONI: “E’ SEMPRE DESTRA A CANDIDARE DONNE”
“Casellati? Non è divisiva, è la proposta più istituzionale e meno politica. E poi: è sempre la destra a candidare le donne. Ma si dice di no solo perché non è di sinistra”. Lo ha detto Giorgia Meloni (FdI), aggiungendo: “con questo Parlamento non si decide niente. La soluzione? sono le elezioni”. “Ora combattiamo e sulla base di quello che accadrà faremo le nostre valutazioni. “Il centrodestra è compatto, ma è anche molto attrattivo” ha concluso la leader di Fratelli d’Italia.

11:05. QUINTA VOTAZIONE AL VIA
E’ iniziata la quinta votazione del Parlamento in seduta comune (integrato dai delegati regionali) per l’elezione del nuovo presidente della Repubblica. Al banco della presidenza ci sono i presidenti di Camera (Roberto Fico) e Senato (Elisabetta Alberti Casellati). A partire da oggi, il quorum richiesto cala ed è quello della maggioranza assoluta dei grandi elettori.

10:41. DA OGGI SI A DUE VOTAZIONI AL GIORNO
Da oggi, ma anche per domani (sabato 29 gennaio) in caso di “fumata nera”, ci saranno due votazioni al giorno per eleggere il presidente della Repubblica. Oggi la prima si terrà alle 9,30, la seconda alle 16,30. Praticamente uguale il calendario anche domani, con la seconda che si terrà alle 17:00. Lo ha deciso la conferenza dei capigruppo congiunta delle due Camere.

10:30 ITALIA VIVA SI DEFILA: NON VOTERA’
Secondo quanto si apprende, Italia viva, il partito di Matteo Renzi, avrebbe deciso di non partecipare al voto nel corso della quinta votazione in programma oggi.

10:20. MELONI: CASELLATI? FIGURA ISTITUZIONALE NON POLITICIZZATA
Giorgia Meloni plaude alla candidatura di Elisabetta Casellati per il Quirinale. “Sono contenta che si sia arrivati alla decisione di andare in aula con un candidato proposto dalla nostra metà campo ma parliamo della seconda carica dello Stato, una donna, presidente del Senato ed è un’apertura verso gli altri, una candidatura meno politicizzata e più istituzionale” ha commentato la leader di Fratelli d’Italia.

10:00. SALVINI CHIEDE RIUNIONE DI MAGGIORANZA
Il leader della Lega Matteo Salvini ha formalmente invitato tutti i leader che compongono la maggioranza di governo ad una riunione da convocarsi prima della votazione prevista a partire dalle ore 11 (chiama).

9:50. CENTROSINISTRA ORIENTATO A VOTARE SCHEDA BIANCA
Secondo talune fonti del centrosinistra, i leader di M5s, Pd e Leu – riuniti in questi minuti alla Camera – sarebbero orientati a votare scheda bianca. Non si escludono, tuttavia, scelte su candidature alternative.

09:46. IL CENTRODESTRA PUNTA SU CASELLATI
La comunicazione ufficiale è arrivata. Il centrodestra, al termine del vertice di questa mattina, ha in fatti reso noto che i grandi elettori di questo schieramento voteranno il presidente del Senato, Elisabetta Casellati per l’alta carica del Colle.

09:42. VIA ALL’ASSEMBLEA DEI GRANDI ELETTORI DI IV
Di vertice in vertice. Dopo l’incontro a tre tra 5Stelle, Leu, e Pd, anche i grandi elettori di Italia Viva si sono riuniti, questa mattina, per decidere il da farsi prima della quinta chiama.

09:30. CESA (UDC) CONFERMA: “CENTRODESTRA SU CASELLATI”
Rispondendo ai giornalisti il segretario dell’Udc Lorenzo Cesa ha confermato la scelta del centrodestra: “Se è per la presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati? Sì” ha detto.

09:23. SUMMIT DI CENTRODESTRA E CENTRODESTRA
Vertice del centrodestra in corso per indicare il nominativo del candidato da far votare, a partire dalle 11. In contemporanea, anche a sinistra è in corso un vertice a tre che vede protagonisti Letta (Pd), Conte (M5S) e Speranza (Leu)

09:20. CENTROSINISTRA: NESSUN INCONTRO COL CENTRODESTRA 
Incontri con il centrodestra? “Al momento non sono in programma”. Lo hanno ribadito fonti del partito democratico.

09:08. MELONI: “CAPO DELLO STATO? SE AVESSERO SCELTO GLI ITALIANI…”
“Con questo Parlamento è impossibile decidere. Fossero stati gli italiani ad eleggere il Capo dello Stato lo avrebbero fatto in un giorno”. Lo ha scritto in un tweet, la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

08:55. LETTA: FARE ANCHE TRE VOTAZIONI AL GIORNO
Vertice Pd-M5S-Leu convocato di buon mattina a Montecitorio. Enrico Letta ha comunicato che chiederà nella conferenza dei capigruppo alle 10 al presidente Fico di procedere d’ora in poi con due-tre votazioni.

08:55. “TAJANI: GOVERNO? NON CADE…”
“Devo prendere un caffè che dobbiamo lavorare molto. Il governo? non c’entra niente. Non cade”. Così il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani, poco prima di entrare a Palazzo Montecitorio.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo