Musa Barrow (Depositphotos)
Sport
CALCIOMERCATO

Qui Toro: da Praet a Barrow, i nomi per l’attacco

A centrocampo piace il francese dell’Udinese Makengo

Un difensore, un centrocampista, un giocatore di qualità in avanti: ecco come Ivan Juric vorrebbe completare il suo Toro. Un acquisto per reparto, insomma, anche se il mercato in entrata non riguarderà la porta. «Siamo a posto così» continua a ribadire l’allenatore, a maggior ragione dopo la bella prova di Milinkovic-Savic contro la Lazio di suo fratello. Nelle altre zone di campo, però, c’è bisogno di rinforzi, così in via Arcivescovado sono al lavoro per cercare di accontentarlo. Schuurs è stato un colpo importante per la retroguardia, ma nel gioco delle coppie ne manca uno: Djidji aspetta un compagno, mentre Zima potrà alternarsi con l’olandese una volta rientrato dall’infortunio e RodriguezBuongiorno saranno i jolly come braccetti sinistri. Cistana del Brescia ha sbaragliato la concorrenza nella lista delle preferenze, resta in piedi anche l’ipotesi del classe 1999 Hien di proprietà del Djugardens.

Anche in mediana manca un rinforzo, Juric ha tracciato l’identikit del profilo che vuole: «Mandragora e Pobega ci garantivano fisicità, abbiamo bisogno di forza e sostanza» ha spiegato negli ultimi giorni. Makengo dell’Udinese avrebbe le caratteristiche giuste, il problema è che i friulani sparano altissimo per il 24enne francese. Il tecnico ha lasciato partire Segre in direzione Palermo perché il caos Lukic era rientrato, ma la situazione alla Roma può cambiare nuovamente le carte: Wijnaldum starà fuori fino a gennaio, Zaniolo ne avrà per quasi un mese, Mourinho ha espresso la necessità di un rinforzo e le voci sono rimbalzate alle orecchie del serbo, sempre stuzzicato dall’ipotesi giallorossa. Dovesse andare via, aprirebbe una voragine nel centrocampo del Toro, anche se si incasserebbero almeno 15 milioni di euro per poi tornare con decisione sul mercato. In attacco, infine, servono gol e fantasia: Juric ne ha bisogno a prescindere dallo stop di Miranchuk, il quale ne avrà ancora per un mese ma poi necessiterà di un’attenta valutazione a quella coscia destra che lo tormenta da tempo. «Il Toro lo vuole, ma da Bologna chiedono 16 milioni e noi non siamo contenti» ha ammesso l’agente di Barrow, che però ha anche sottolineato le difficoltà di un’operazione dai costi altissimi. Così la strada più percorribile appare quella che riporta a Praet, con il belga che potrebbe riprendere la via per Torino nelle ultimissime ore di calciomercato estivo. Infine, per rinforzare il settore giovanile, arriva in granata dal Palermo (nell’operazione Segre) Giacomo Corona, figlio di Giorgio, ex centravanti del Catania.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo