UCI LINGOTTO

Dopo i Queen, c’è Sir Elton John. “Rocketman” il 20 maggio in città

L’atteso biotopic in anteprima mondiale con tanto di diretta da Londra

Taron Egerton nei panni di “Rocketman”

Dalle sale degli Uci Cinemas del Lingotto alla Londra patinata che il 20 maggio stenderà il suo red carpet per la première mondiale dell’atteso “Rocketman” (nelle sale del 29 maggio). Ancora un biotopic, questa volta dedicato a lui, a Sir Elton John, e ancora la direzione di Dexter Fletcher, il regista subentrato a Brian Singer (allontanato dal set per presunti abusi sessuali) per le riprese di “Bohemiahn Rapsody”, il film rivelazione dello scorso autunno che ha contribuito con il suo successo a rendere ancora più ricchi i Queen. È di due giorni fa, infatti, la notizia che anche grazie agli introiti sui diritti del film, che ha valso l’Oscar come Migliore Attore a Rami Malek, il gruppo guidato da Freddie Mercury possiede oggi un patrimonio di 445 milioni di sterline, contro i 375 della Regina Elisabetta.

Pettegolezzi che la dicono lunga, però, su quanto stiano andando bene negli ultimi tempi i film dedicati alle rockstar. E adesso si parla della vita di uno degli artisti internazionali più famosi del mondo di cui i torinesi potranno scoprire in anteprima il film grazie alla proiezione speciale che inizierà con una diretta di trenta minuti da Londra, l’appuntamento è per le 21 (è possibile acquistare i biglietti presso le casse delle multisale aderenti, tramite app gratuita di Uci Cinemas e sul sito www.ucicinemas.it).

Il film è un lungo viaggio musicale nell’incredibile storia degli anni che hanno rivoluzionato la vita di Elton John, interpretato da Taron Egerton.

«È un biopic classico: raccontiamo la vita di Elton John, ma c’è anche un elemento fantastico o di realismo magico. Si apre quando Elton ha 6 anni, io arrivo quando ne ha 17 e da lì lo seguiamo fino al 1990, quando a 43 anni entrò in rehab. Racconteremo tutto senza censure. Elton è sempre stato una persona impetuosa, polarizzante, e io ho provato a riflettere questa sua caratteristica nella mia performance. Non ho mai voluto raccontare una versione ripulita e “disney-ficata” della sua vita, e credo che il risultato sia eccitante», ha detto Taron Egerton in un’intervista a “Best Movie” raccontando la sua trasformazione nel baronetto del pop in “Rocketman”, attesa, inoltre, al Festival di Cannes il 16 maggio.

La storia segue la sorprendente avventura che ha visto il timido pianista prodigio, Reginald Dwight, diventare la superstar internazionale che tutti oggi amano. Queste vicende, che sono state d’ispirazione per tanti, rappresentano una storia assolutamente universale, di come un ragazzo di provincia sia diventato una delle figure più iconiche della cultura pop. Nel cast anche Jamie Bell, che indosserà i panni di Bernie Taupin, il paroliere di Elton, Richard Madden in quelli del manager John Reid e Bryce Dallas Howard in quelli della madre del cantante, Sheila Farebrother.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single