Foto: Depositphotos
Cronaca
IL CASO

Quattro donne perdono la vista dopo un intervento di cataratta

Il chirurgo che le operò dovrà risarcire le pazienti con mezzo milione

L’azzurro del cielo d’inverno che si staglia sulle montagne imbiancate, il verde dei prati punteggiati di viole in primavera. Oppure il volto di un figlio, il tenero sguardo di un nipotino che cresce. Perdere la vista è anche perdere la possibilità di assaporare tutto questo. Ed è un dramma che si può soltanto immaginare quello vissuto da quattro donne che, dopo un intervento di cataratta all’ospedale di Avigliana, hanno dovuto rinunciare per sempre ai colori e ai dettagli del mondo come l’avevano conosciuto prima. Ma non solo. Perché è l’intera vita ad essere modificata da un evento traumatico del genere. Che può portare, per usare le parole dell’avvocato Mauro Carena che le assiste, ad un vero e proprio «cambiamento di personalità».

Ed è di qui, dalle vite segnate di chi si era rivolto a un struttura sanitaria per guarire e ora deve fare i conti con una menomazione permanente, che si deve partire per raccontare gli sviluppi giudiziari di questa vicenda triste.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo