votazioni-settimo
News
VERSO IL VOTO

Quattro candidati per Settimo. E il centrosinistra è spaccato

Il Pd con la Piastra, il centrodestra si affida a Mencobello

Saranno quattro i candidati che si sfideranno domenica 26 maggio per conquistare la guida della città: Fabrizio Puppo, Elena Piastra, Antonio Mencobello e Massimo Del Vago.

Il primo, sindaco uscente, assicuratore, in politica dal 1999 prima come consigliere e poi come assessore, dopo aver abbandonato il Partito Democratico, si ripresenterà con una coalizione fatta solo di liste civiche. Al suo interno, infatti, ci sono Insieme per Settimo, storica lista nata venti anni fa, Settimo in Comune, guidata dall’ex vice sindaco Pietro Lapertosa, e Sinistra Civica, il gruppo più vicino all’ex sindaco Aldo Corgiat. Con Puppo, poi, ci sono anche il consigliere uscente Antonino Pultrone (ex Partito Democratico) e gli assessore uscenti Rosa Catenaccio (ex Pd) e Silvia Favetta.

Elena Piastra, invece, insegnante e vicesindaca fino al settembre 2018, scenderà in campo con il supporto di sei liste, tre partiti e tre civiche: Partito Democratico, + Europa, Verdi, Piastra Sindaca, Settimo al Centro e Settimo Futura. Il percorso della Piastra era iniziato ad aprile del 2018, quando annunciò la sua disponibilità a candidarsi per il centrosinistra, eventualmente anche a ipotetiche primarie. Dopo mesi di tira e molla, però, le strade di Puppo e Piastra si sono inevitabilmente divise, i due saranno in campo l’uno contro l’altra. I vari tentativi di rappacificazione, infatti, non hanno portato a nulla. La Piastra, campionessa di preferenza nella precedente tornata elettorale (ne prese più di mille), ha ricoperto la carica di assessore nell’ultimo mandato Corgiat (2009 – 2014) e quella da vicesindaco dal 2014 fino alla scorsa estate. Con lei, in lista, ci sono l’attuale capogruppo del Partito Democratico, Daniele Volpatto, la segretaria del circolo locale, Chiara Gaiola, buona parte dei consiglieri uscenti e tante new entry.

Dall’altra parte della barricata c’è il centrodestra, guidato dall’avvocato Antonio Mencobello. Volto nuovo della politica locale anche se già presente alle scorse elezioni come semplice candidato consigliere. La sua candidatura è sostenuta da tutti i partiti del centrodestra: Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia. Nel gruppo ci sono alcuni decani della politica locale come Felice Scavone, forzista, in consiglio comunale da vent’anni e Vincenzo Rignanese, ex assessore della giunta Puppo, passato dalla parte della Lega.

L’ultimo nome che gli elettori leggeranno sulla scheda sarà quello di Massimo Del Vago, imprenditore. È lui il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle. Per Del Vago si tratta del secondo tentativo: 5 anni fa, infatti, aveva provato a conquistare la poltrona più importante di palazzo civico, classificandosi al secondo posto con il 21%, a più di 30 punti percentuali dal primo posto, allora occupato dal sindaco Puppo, sostenuto da tutto il centrosinistra.

Saranno queste, quindi, le squadre in campo alle elezioni amministrative che andranno in scena domenica 26 maggio, in una città che, dal dopoguerra a oggi, è stata praticamente sempre amministrata dal centrosinistra in tutte le sue declinazioni. Mai come questa volta, invece, gli avversari potrebbero avere una chance per scalzare il centrosinistra dal municipio settimese.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo