Irriducibili2
News
IL FATTO Comincia la nuova vita per i primi profughi trasferiti. Ma alcuni scelgono quella vecchia

Qualcuno preferisce la clandestinità e sparisce negli altri alloggi occupati

Due migranti tra gli 88 portati via dai sotterranei sono già spariti dopo poche ore

I dieci irriducibili che si sono arresi ieri sera si vanno ad aggiungere ai 78 che lunedì avevano accettato il trasferimento dal Moi senza opporre particolare resistenza. Per due di loro però il soggiorno nelle nuove strutture è durato solo poche ore.

Lo sgombero e la ricollocazione di coloro che vivevano nei sotterranei è in realtà solo la prima fase del progetto. Poche decine di persone in un villaggio che ne ospita un migliaio, da spostare il prima possibile per gli evidenti rischi che correvano vivendo in un sotterraneo privo di uscite di sicurezza e impianti antincendio.

Ma per la Compagnia di San Paolo e gli altri enti coinvolti questa è anche la possibilità di “sperimentare” le procedure da adottare su scala molto più grande quando si passerà ai piani superiori e alle altre palazzine.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo