pensionato
News
LA STORIA

Pugnalato al petto dal vicino di casa: «Un miracolo mi ha salvato la vita»

Il pensionato ha subito l’asportazione di un polmone. Il feritore: “Non volevo ammazzarlo”

Giovanni Cusano, il pensionato che giovedì sera è stato accoltellato dal suo vicino di casa in via Venasca nel quartiere di borgo San Paolo, ora si trova nel reparto di chirurgia torace polmonare delle Molinette. Per lui la prognosi resta ancora riservata, ma è sveglio, cosciente. «Sono vivo per miracolo» dice.

Nanni, così lo chiamano gli amici, è sdraiato a letto vicino a una volontaria Avo e un’altra donna, tiene una mano stretta alle sponde del letto e riesce a dire appena poche parole con voce flebile: «Sono riuscito a salvarmi. Non riesco neanche a ricordare bene il momento in cui il mio vicino mi ha infilzato il coltello nella pancia. Ho sentito un forte dolore, mi sono riempito di sangue e poi mi sono accasciato a terra».

I due vicini di casa, due uomini soli di 73 e 77 anni, abitano in due appartamenti attigui condividendo il ballatoio e proprio da quel pezzo di balcone sono sorte le numerose incomprensioni che sono poi sfociate in un bagno di sangue.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo