img_big
News
Ieri nuova udienza del processo contro l’azienda

Amianto all’Olivetti. La Fiom ora accusa: «I morti sono di più»

Potrebbero essere molti di più di quanto emerso fino a oggi i morti a causa dell’amianto all’Olivetti. Ieri il giudice Elena Stoppini ha ascoltato nove testimoni. Una lunga e interessante deposizione è stata formulata da Federico Bellono, segretario provinciale Fiom- Cgil: «Temo che dell’argomento amianto in Olivetti se ne parlerà ancora per molto tempo. Purtroppo sappiamo che ci sono ancora edifici industriali, oggi occupati da lavoratori, ancora da bonificare. Per noi della Fiom Cgil l’argo mento bonifica è molto importante. E proprio per questo in passato abbiamo organizzato convegni e dibattiti. Nel 2013 abbiamo a tal proposito istituito lo sportello di ascolto proprio qui a Ivrea. Da allora circa 200 persone sono venute nei nostri sportelli e tra questi abbiamo individuato ben 70 casi di persone malate e non solo per il mesotelioma pleurico (50 hanno lavorato in stabilimenti Olivetti)».

CORRI IN EDICOLA E SU CRONACAQUI DI OGGI TROVI NOTIZIA COMPLETA E FOTO

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
LA RUBRICA
Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo