ExMoi
News
L’ANNUNCIO

Progetto Moi, riapre l’ufficio dei mediatori culturali in via Bossoli

La sede era chiusa dallo scorso dicembre quando fu aggredito il project manager Antonio Maspoli

Da domani (giovedì 3 maggio) sarà riaperta al pubblico la sede di via Bossoli 89-93 (To), dove si svolgeranno le attività sociali del progetto Moi “Migranti: un’Opportunità di Inclusione”. La sede, più volte vandalizzata, era chiusa dallo scorso dicembre quando fu aggredito il project manager Antonio Maspoli.

Il lavoro dell’ufficio continua con le persone che si erano già rivolte all’équipe per aderire al progetto e nuovi contatti con relativi percorsi saranno attivati nelle prossime settimane.

L’équipe continuerà inoltre, come fatto finora, a lavorare con le persone attualmente uscite dal Moi completandone il percorso di inclusione e aiutandole a raggiungere la completa autonomia.

Per quanto riguarda gli inserimenti abitativi:

  • Ad oggi risultano in accoglienza 86 persone che sono uscite dal Moi nel mese di novembre 2017. Le persone in accoglienza sono tutte inserite in percorsi di formazione linguistica o di formazione professionale.
  • Oltre alle 86 persone, sono stati trasferiti dal Moi 6 nuclei famigliari  (21 persone di cui 9 bambini).

Per quanto riguarda gli inserimenti lavorativi:

  • risultano inserite presso i cantieri navali di Genova, Monfalcone e Marghera,  56 persone, di queste 27 sono uscite positivamente dal progetto in quanto hanno trovato una sistemazione abitativa autonoma dopo i 6 mesi di accompagnamento a seguito del rinnovo del contratto.
  • risultano inserite con contratti di lavoro sul territorio piemontese 7 persone uscite dal Moi e oggi in accoglienza.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo