Torino,  la Città Metropolitana raccoglie oggetti inutilizzati
News
Adesione all’iniziativa promossa dalla cooperativa Triciclo

Progetto “Cit ma bun” per il riuso, la Città Metropolitana di Torino raccoglie oggetti inutilizzati

Giocattoli, casalinghi, piccoli elettrodomestici, vasellame e vestiti finiranno nell’area gestita da Triciclo nell’ecocentro di via Arbe, dove selezionati per essere riutilizzati

La Città metropolitana di Torino aderisce al progetto “Cit ma bun“, l’iniziativa promossa dalla cooperativa Triciclo. In appositi “box del riuso“, forniti dalla stessa cooperativa, anche i dipendenti di Torino Metropoli, a partire dai prossimi giorni, potranno conferire, affinché siano recuperati e avviati al riutilizzo, tutti gli oggetti, di piccola e media dimensione, ancora utilizzabili e che, per la loro composizione, andrebbero gettati tra i rifiuti non recuperabili.

IL MATERIALE RECUPERATO
Si tratta di oggetti come giocattoli, casalinghi, piccoli elettrodomestici, vasellame, vestiti. Sono esclusi generi alimentari, materiali pericolosi, pile e oggetti troppo grandi. Dopo il ritiro dei box, i materiali vengono portati nell’area gestita da Triciclo presso l’ecocentro di Via Arbe, dove gli operatori li selezionano individuando la strada migliore per riutilizzarli: vendita nei mercati gestiti dalla cooperativa o trasformazione nei laboratori, tra cui falegnameria, sartoria, riparazione, creazione di oggetti di design.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo
banners