Polizia (foto depositphotos)
Cronaca
Nel cuore di Torino

Primo Maggio, scontri in piazza Castello: ghigliottina con fantoccio di Draghi, la polizia carica

Momenti di tensione quando il corteo – non autorizzato – di anarchici, antagonisti e No Tav ha provato a raggiungere il municipio

Momenti di tensione in mattinata in piazza Castello quando un gruppo di manifestanti, in massima parte anarchici, antagonisti e No Tav, ha provato a dirigersi verso il municipio ed è stato fermato dalle forze dell’ordine con una carica. La piazza è stata blindata, con l’obiettivo di impedire ai manifestanti di raggiungere piazza San Carlo.

Qui, infatti, è stato allestito il maxi schermo per la trasmissione delle celebrazioni istituzionali con la sindaca Chiara Appendino, l’arcivescovo Cesare Nosiglia e i segretari dei tre sindacati Cgil, Cisl e Uil. “La crisi ha mostrato la stretta interconnessione tra economia e società”, ha sottolineato la prima cittadina di Torino. “Dobbiamo essere consapevoli che il mondo del lavoro è cambiato e cambierà ancora, vanno sicuramente ripensati i modelli produttivi, ma anche quelli redistributivi”.

In piazza Castello invece è stata allestita una macabra ghigliottina di legno con fantocci del presidente del Consiglio Mario Draghi, del segretario Pd Enrico Letta, di quello della Cgil Maurizio Landini e di esponenti di altri partiti di sinistra. A quanto risulta, tre persone sono rimaste ferite in modo lieve nel corso dei tafferugli: un poliziotto e due manifestanti.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo