Spaccia sotto gli occhi degli agenti. Ammanettato (foto di repertorio).
Cronaca
In attesa della definitiva espulsione dall’Italia

Primo daspo urbano a Torino: destinatario un pusher 35enne

L’uomo, originario del Gabon, non potrà entrare nel quadrilatero compreso tra le vie Alassio, Nizza, Abegg e Genova

Primo daspo urbano a Torino. Lo ha emesso il questore Francesco Messina, destinatario un cittadino di 35 anni originario del Gabon: per due anni non potrà avvicinarsi a un’area della città, quella in cui è stato sorpreso a spacciare proprio in prossimità di scuole ed esercizi pubblici.

Due anni di interdizione, in pratica, dal quadrilatero compreso tra le vie Alassio, Nizza, Abegg e Genova, abitualmente frequentate da molti giovani anche di minore età e “terreno di caccia” per molti pusher. Il provvedimento entrerà in vigore non appena termineranno le misure restrittive nei confronti dello spacciatore gabonese e in attesa del suo definitivo allontanamento dal territorio italiano.

L’arresto dell’uomo è avvenuto lo scorso mese di ottobre e nella sua abitazione gli agenti di polizia hanno trovato ingenti quantità di stupefacenti e di denaro contante. Più volte in passato il 35enne, che ha diversi precedenti per spaccio, non ha ottemperato all’ordine di abbandonare l’Italia.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo