MIRAFIORI SUD

Il prete dice no alle messe. E scatta la rivolta dei fedeli

La storica chiesa di San Barnaba chiude fino a settembre

Foto di repertorio (fonte: Depositphotos)

La storica chiesa chiude fino a settembre e i fedeli non ci stanno. È polemica tra gli abitanti di Borgata Mirafiori per la decisione, presa dal parroco don Gianmarco Suardi, di celebrare per tutta l’estate le funzioni religiose esclusivamente nella chiesa dei Santi Apostoli di via Togliatti, tagliando fuori l’antica parrocchia di San Barnaba, in strada Castello di Mirafiori, ormai senza messe da marzo. Va detto che, da sette anni, entrambe le chiese hanno lo stesso parroco in comune e quindi la gestione non è mai stata semplice, tuttavia l’ultima decisione ha fatto storcere il naso ai “san barnabini”, cioè agli abitanti da sempre legati a quella che è la chiesa madre di Mirafiori Sud, uno splendido complesso barocco costruito nel lontano 1617.

Tuttavia il parroco spiega che la scelta si è resa inevitabile a causa dei problemi legati all’emergenza sanitaria. In parole povere, sanificare e pulire entrambi gli edifici dopo ogni funzione, dalle semplici messe ai funerali, sarebbe costato troppo.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single