I carabinieri hanno arrestato un marocchino per maltrattamenti

Prende a botte l’ex compagna davanti al figlio di quattro anni

Il piccolo si è chiuso nella sua stanza ed ha iniziato a piangere

Ha colpito ripetutamente al volto la sua ex compagna sotto gli occhi terrorizzati del figlio di soli quattro anni. È successo nella notte fra giovedì e venerdì a Vallo Torinese.

Protagonista un 24enne, Radouane En Naour, senza fissa dimora disoccupato di nazionalità marocchina. L’uomo, nonostante fosse destinatario di una misura di allontanamento e divieto di avvicinamento alla casa della ex compagna, ha deciso di trasgredire il provvedimento emanato dal tribunale di Ivrea e, avendo ancora le chiavi di quell’appartamento, è entrato come nulla fosse e ha iniziato a inveire contro la donna, sua coetanea.

Purtroppo, dopo le parole, il giovane è passato ai fatti, iniziando a spintonare la donna, con il bimbo di quattro anni che per la paura si è nascosto nella sua camera da letto iniziando a piangere.

La donna, ha chiamato il 112: «Aiuto, vi prego venite in mio soccorso. Il mio ex compagno vuole farmi del male e io ho anche un bambino piccolo qui con me».

I militari si sono precipitati per placare gli animi ed evitare azioni peggiori da parte dell’En Naour ma di fronte alla richiesta di lasciare l’appartamento, il 24enne ha opposto resistenza.

Inevitabile, quindi, l’arresto per maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale.

L’uomo è stato poi portato in carcere ad Ivrea, mentre l’ex compagna non ha dovuto far ricorso alle cure mediche dell’ospedale di Ciriè, facendosi medicare dall’equipe medica del 118 che era giunta su esplicita richiesta dei carabinieri.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single