Il mercato di Porta Palazzo
Cronaca
I CONTROLLI

Porta Palazzo, commercio abusivo: 15mila euro di sanzioni e sequestri, tre persone identificate

Fermati due marocchini ed una donna ivoriana: vendevano tutti merce tra i banchi senza alcuna licenza
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Gli agenti del Comando Porta Palazzo e del Reparto Operativo Speciale della Polizia Municipale hanno effettuato dei controlli nel contrasto al commercio abusivo tra i banchi del mercato di Porta Palazzo: 15mila euro tra sanzioni e sequestri e tre le persone identificate.

DUE MAROCCHINI IDENTIFICATI
I primi due ad essere fermati sono due uomini di nazionalità marocchina. Entrambi vendevano la loro merce tra i banchi dell’ortofrutta di piazza della Repubblica: 171 gli articoli sequestrati posti in vendita senza licenza, in prevalenza borse per la spesa e spugnette.

MULTATA DONNA IVORIANA CON PRECEDENTI
Poco più in là, davanti alla torre dell’orologio, gli agenti hanno fermato una donna di nazionalità ivoriana, già nota ai ‘civich’ per precedenti analoghi, che lo scorso agosto, era stata arrestata per resistenza a pubblico ufficiale a seguito di un sequestro. Dal suo banchetto sono state sequestrate 324 confezioni di prodotti per la pulizia e la cura della persona, oltre ad alcuni chilogrammi di pesci essiccati, spezie e semi vari.

LE SANZIONI
Per esercizio di vendita senza autorizzazione, ai 3 venditori abusivi sono state comminate sanzioni amministrative per un totale di 15.492 euro (5.164 euro a testa). Sparsi tra i banchi del mercato, gli agenti hanno poi recuperato ingenti quantitativi di prodotti, 1.094 pezzi vari e 161 articoli per l’igiene, lasciati sul plateatico dagli altri venditori abusivi che, alla vista delle Forze dell’Ordine, si sono dati alla fuga per sottrarsi all’identificazione. La merce rinvenuta sarà in parte destinata alla distruzione e alla donazione.

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo