Gli agenti della Polfer
News
E’ stato il capotreno di un Frecciarossa a chiedere l’intervento della Polfer

Porta Nuova, poliziotto azzannato alle gambe da un grosso cane: 50enne nei guai

Paura in stazione nel giorno dell’Epifania: l’agente ferito ne avrà per dieci giorni. Denunciato l’uomo cui era stato affidato l’animale da un conoscente

Non è stata certo una piacevole Epifania, per un agente della Polfer azzannato a entrambe le gambe da un cane di grosse dimensioni. E’ successo il 6 gennaio, alle 7 del mattino, alla stazione di Torino Porta Nuova.

IL FATTO.

Il capotreno di un Frecciarossa in partenza per Napoli ha chiesto l’intervento degli agenti, poiché c’era un viaggiatore privo di biglietto diretto a Bologna e con al seguito un cane di grossa taglia senza museruola che non voleva saperne di fornire le sue generalità.

L’uomo, un 50enne torinese con precedenti, è rimasto ostile anche all’arrivo della pattuglia. Dopo aver detto che il cane gli era stato affidato da un conoscente, l’animale ha azzannato entrambe le gambe di un poliziotto.

COM’E’ ANDATA A FINIRE.

Il 50enne è stato denunciato per rifiuto di generalità, interruzione di servizio pubblico in quanto il Frecciarossa è partito per Napoli con 13 minuti di ritardo, oltre che per lesioni personali a pubblico ufficiale e malgoverno di animali. Il cane è stato successivamente affidato all’Enpa, mentre l’agente, ricorso alle cure ospedaliere, ne avrà per dieci giorni a causa di ferite lacero-contuse.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo
banners