Foto di repertorio
Cronaca
Il bilancio dell’attività in tutta la regione

Polfer, tre denunce a Porta Nuova nell’ultima settimana: 19enne sanzionato per danneggiamenti

Ha scardinato dall’apposito contenitore il martelletto frangivetro in dotazione a un treno e rotto un finestrino

Ben 4.244 persone controllate, di cui 1.113 stranieri, 142 minori e 1.029 con precedenti di polizia. Tredici gli indagati, 310 treni scortati, 111 i veicoli controllati, trenta i servizi lungo linea e undici quelli di O.P. Questo il bilancio dell’attività effettuata dalle 260 pattuglie di polizia ferroviaria impiegate nelle stazioni piemontesi, dalle 129 a bordo treno, dalle 16 pattuglie antiborseggio in abiti civili per contrastare i furti in danno dei viaggiatori.

A Torino Porta Nuova gli agenti del Settore Operativo Polfer del principale scalo torinese hanno denunciato un cinquantunenne italiano per danneggiamento e uso improprio di un estintore della stazione. Il responsabile è stato individuato attraverso la visione delle telecamere di videosorveglianza presenti.

Due persone di origine sudamericana sono state sanzionate per evidente stato di alterazione alcolica. Inoltre, uno dei due è stato denunciato per rifiuto di generalità in quanto, all’atto del controllo, non esibiva nessun documento identificativo. Dopo aver esperito gli accertamenti di polizia, è stato, poi, messo a disposizione del locale Ufficio Immigrazione.

Un giovane diciannovenne italiano, infine, residente nella provincia di Torino è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio, furto aggravato e danneggiamento. Il ragazzo, salito a bordo di un treno regionale in sosta al binario della stazione di Porta Nuova, ha scardinato dall’apposito contenitore il martelletto frangivetro in dotazione al convoglio ferroviario e danneggiato, poi, un finestrino. Rintracciato ancora a bordo treno, gli operatori Polfer hanno proceduto nei suoi confronti. A causa del comportamento del giovane, il treno è ripartito con circa venti minuti di ritardo.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo