pois torino gn
Cronaca
VANCHIGLIA

Pois e fioriere, quanti sprechi: «Due progetti fallimentari»

I problemi sul futuro delle aree di largo Montebello e via Santa Giulia

Un’area pedonale con tanto di pois per pedonalizzare (mezza) piazza Montebello e fioriere per cambiare il look di un piccolo tratto di via Santa Giulia. Due proposte messe in atto dalla scorsa amministrazione, per Vanchiglia Zona 30, e diventate, nel giro di pochi mesi, due veri e propri boomerang. Su indicazione della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici della provincia di Torino, infatti, la Città è stata costretta a fare un repentino passo indietro. Per altro costoso e non ho ancora risolto del tutto. «Per cancellare i pois – ha spiegato il presidente della Circoscrizione 7, Luca Deri -, sono stati portati avanti due interventi costati 1.500 euro l’uno. Il Comune non ha richiesto preventivamente il parere e questi sono stati i risultati. I pois tornano a riemergere e non sappiamo se servirà altra manodopera».

Uno spreco, insieme alle fioriere di via Santa Giulia rimosse nelle scorse settimane e oggetto di un altro progetto di pedonalizzazione e sostenibilità ambientale. I riquadri in muratura, che gli operai stavano costruendo con l’obiettivo di rallentare il traffico e aumentare gli spazi di verde, sono stati prontamente bocciati. La loro costruzione non è piaciuta agli uffici della Sovrintendenza che ne hanno chiesto l’abbattimento perché – come già detto – non in linea con tutta una serie di canoni.

«Ci piacerebbe sapere – hanno replicato i consiglieri di Fdi della 7, Patrizia Alessi e Domenico Giovannini -, quali saranno i progetti futuri per quelle due aree, dove sono stati sprecati molti soldi pubblici». Tenendo conto che largo Montebello resterà pedonale fino a giugno per valutare i benefici in prossimità delle scuole.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo