Paul Pogba (Depositphotos)
Sport
I GUAI DI ALLEGRI

Pogba rischia anche il mondiale: il medico di Ibra per il miracolo

Dopo Rabiot, Max Allegri blocca anche la cessione di McKennie. L’americano piaceva al Tottenham, difatti, ma la situazione a centrocampo sta diventando critica con l’infortunio di Pogba e, se non si sblocca l’affare Paredes, Allegri non vuole ritrovarsi con la coperta troppo corta.

Il guaio al ginocchio di Pogba è una cosa seria, tanto che il giocatore rischia uno stop di due o tre mesi e persino di saltare il mondiale. Il giocatore francese, rientrato a Torino mentre i compagni di squadra partivano per la trasferta a Dallas, ha già interpellato numerosi specialisti e l’ultimo che gli rimane è il medico che ha rimesso in piedi Zlatan Ibrahimovic, Bertrand Sonnery-Cottet.

Che Pogba si debba operare è ormai scontato, il problema è capire quale intervento sia meglio, anche per la Juve. Ci sono due strade percorribili. La prima: rischiare per andare al Mondiale, fermandosi solo un paio di mesi, asportando il frammento di menisco rotto in artroscopia, quindi con tempi di recupero piuttosto rapidi. Con l’ipotesi però che l’articolazione possa dare altre problematiche in un futuro nemmeno così lontano. La seconda: finire sotto i ferri per un intervento chirurgico di cucitura con un ginocchio “quasi nuovo” e un rientro che però avverrebbe dopo almeno tre mesi.

Oltre alle nove partite di campionato e Champions, Pogba salterebbe però anche il Mondiale in Qatar, appuntamento al quale tiene ovviamente parecchio e che, data la sua età, potrebbe anche essere l’ultimo. Fare di tutto per esserci, però, significherebbe accettare il rischio di avere problemi al ginocchio, quindi di non poter rendere al meglio – Pogba odia essere solo una comparsa in campo – e ovviamente esporsi al rischio di infortuni più seri, vanificando buona parte della stagione, se non tutta. Una stagione, in cui la Juventus aveva puntato quasi ogni fiche sul giocatore francese.

Ecco perché il mercato bianconero è di nuovo in fibrillazione. Senza dimenticare la ricerca di un nuovo attaccante: secondo alcuni quotidiani, il Liverpool avrebbe risposto picche a una offerta per Firmino, dunque l’obiettivo adesso diventerebbe Werner (non precisamente quello che si definisce uno spaccamontagne).

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo