Paul Pogba (foto: Depositphotos)
Sport
IL POLPO SI CONFESSA

Pogba: «Ecco perché sono tornato alla Juve. Ora sono più maturo»

Appeso su una parete di casa sua c’è un calendario. Attorno al 25 ottobre c’è un circoletto rosso. Quella è la data per cui Paul Pogba vuole tornare a disposizione. Non una data qualunque, visto che si tratta della data in cui la Juventus affronterà il Benfica in Champions League in trasferta. Lavora sodo verso quella data il francese che dalle pagine del mensile GQ ha parlato anche del suo ritorno in bianconero: «Era il momento giusto per tornare a casa – ha raccontato Pogba -, ho pensato che avremmo dovuto provare a riprenderci il posto che ci spetta. Rispetto alla mia prima esperienza alla Juve sono più maturo: ora tocca a me fare ciò che hanno fatto in passato Pirlo, Buffon, Chiellini. Il rapporto con Allegri è fantastico, abbiamo parlato molto anche quando mi sono trasferito a Manchester».

«Mi piace pensare – ha aggiunto – e dire che sia stato il mio cuore e fare la scelta, era il momento giusto per tornare qua». «Le ultime tre stagioni – ha spiegato -, condizionate anche dagli infortuni, non sono andati come volevo e non è un mistero. Ho pensato che se a questo aggiungevamo il fatto che la Juve arriva da due anni in cui non ha vinto lo scudetto, sarebbe stata una bella sfida per entrambi. Ho pensato che fosse il momento giusto per ritrovarci e per provare a riprenderci il posto che ci spetta e per tornare a vincere». Il francese è tornato sotto la Mole a sei anni dalla prima esperienza in Italia: «La prima volta che sono arrivato – ha raccontato – ero più giovane: ora sono cresciuto sia all’interno che fuori dal campo. Quando ero alla Juve avevo giocatori esperti vicino a me, adesso mi guardo e penso che sono diventato come questi giocatori: Pirlo, Buffon, Chiellini. Ora tocca a me fare quello che hanno fatto loro».

Non ci sono più qui compagni-campioni, in compenso, sotto la Mole ha riabbracciato Massimiliano Allegri: «Ho sempre avuto un rapporto molto forte con il mister – ha detto -, bello e onesto. Lui mi conosce e mi ha sempre supportato quando eravamo qua insieme. Anche quando mi sono trasferito a Manchester siamo rimasti in contatto e abbiamo parlato molto. Un’altra cosa che mi ha spinto a tornare è l’amore dei tifosi bianconeri: non ne ho sentito mai uno così grande, neanche in Inghilterra». Di stregoni e macumbe, non parla. In compenso Pogba commenta le voci sul suo infortunio: «Avendo iniziato a giocare ad alti livelli quando ero molto giovane – ha concluso -, sono abituato a gestire le voci. Fa parte del gioco: conviviamo con elogi e critiche settimanalmente, ma sappiamo che dobbiamo mantenere equilibrio e concentrazione».

Intanto, ieri mattina al J Center si sono rivisti alcuni dei giocatori impegnati con le loro nazionali. Allegri ha riabbracciato Bonucci, Danilo, Bremer, McKennie, Kostic e Vlahovic.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo