CANAVESE

Da pizzaiolo a Babbo Natale per portare doni ai più poveri

L’iniziativa “social” lanciata da Francesco Vizza, 26 anni: «Raccolti 700 giochi»

Il bancone è ancora pieno di farina, l’impastatrice gira senza sosta, gli ultimi clienti attendono le consegne a domicilio quando l’orologio a muro segna le 22. Francesco Vizza sbircia il cellulare, che suona per l’ennesima notifica mentre si prepara a smettere i panni del pizzaiolo a fine giornata. «Altri doni, non riesco a crederci» commenta entusiasta il 26enne di Favria che, solo la scorsa settimana, ha deciso di lanciare sui “social” un’iniziativa d’impeto, che è finita per trovare il supporto del suo Comune e di quello di Castellamonte, per cui nei prossimi giorni comincerà la distribuzione di regali ai bimbi che vivono in condizione di difficoltà economica o in case famiglia del Canavese. Cen tinaia di doni raccolti attraverso il web in pochissime ore. Un’idea semplice, la sua, per cui in tempo di lockdown ha pure saputo scegliere il canale giusto.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single