pinerolese
Cronaca
PINEROLO

Pinerolese in crisi d’identità: «Serve un unico candidato»

L’appello di Giorgio Merlo, sindaco di Pragelato, a sostegno di Salvai

Con 36mila abitanti, l’ex deputato Giorgio Merlo, non ha dubbi su quale debba essere la città guida della rinascita del Pinerolese. E lo ribadisce in vista dell’elezione del nuovo consiglio della Città Metropolitana di Torino, che vedrà sedersi al tavolo una rappresentanza del territorio. «Il sindaco della città capofila, ovvero Pinerolo, dovrebbe partecipare al consiglio metropolitano – tuona Merlo -. Ma si sono fatti avanti altri candidati». Oltre a Luca Salvai, primo cittadino di Pinerolo, sono in corsa Marco Cogno di Torre Pellice e Enrico Delmirani, assessore a Luserna San Giovanni. A risentirne, a detta del primo cittadino di Pragelato, sarebbe la compattezza del territorio e la sua rappresentatività al tavolo delle istituzioni.

«Il Pinerolese è una zona decaduta sia sotto il profilo economico, che parlando di settore produttivo e di vocazione in senso lato» premette Merlo, che è anche consigliere nazionale Anci. «Per anni abbiamo sottolineato come mancasse un punto di riferimento amministrativo e territoriale chiaro e ora, per soddisfare equilibri squisitamente di partito, si crea questa situazione». E ancora: «Prendiamo atto che, così facendo, non ricompattiamo il territorio».

Il tempo stringe: le elezioni del nuovo consiglio sono fissate per il 19 dicembre e le varie correnti politiche pretendono una adeguata rappresentanza. «Tutto legittimo e anche comprensibile – precisa Merlo -, ma il Pinerolese può giocare un ruolo di rilievo solo se si presenta con un candidato unico». Da qui l’appello lanciato dal sindaco di Pragelato affinché sia fatto “un passo indietro” e ci si compatti intorno alla candidatura del sindaco di Pinerolo, Salvai. L’alternativa? «Stare a guardare un territorio diviso, lastricato al suo interno e del tutto incapace di competere. Oltre a rimanere politicamente frammentato e debole» aggiunge il sindaco di Pragelato e ribadisce: «Se le candidature si moltiplicano dobbiamo prendere amaramente atto che l’intero Pinerolese continuerà a giocare un ruolo del tutto marginale, periferico e insignificante».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo