La protesta dei 5 Stelle
Politica
IN CONSIGLIO REGIONALE

Piemonte, sospesa la legge sul gioco d’azzardo. M5s porta in Aula la slot machine ‘Lega game over’

La protesta dei pentastellati: “Il gioco è finito e la Lega ha perso”
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Alla fine la Lega ha annunciato la sospensione della legge sul gioco d’azzardo proposta dal consigliere Claudio Leone. Una seduta non facile, quella odierna, in Consiglio regionale. Con la riunione che è stata brevemente interrotta per la protesta del Movimento 5 Stelle che ha portato in Aula la slot machine ‘Lega game over’. “La battaglia sull’azzardo è finita. E lo dimostra il passo indietro annunciato oggi dal Capogruppo leghista” dicono i pentastellati.

“La Lega ormai è completamente isolata. L’intera società civile ha condannato il tentativo di smantellare la buona legge regionale 9/2016 contro il gioco d’azzardo patologico. Come se non bastasse il Carroccio è stato scaricato dai suoi stessi alleati di Fratelli d’Italia e Forza Italia. In aula non ci sono i numeri, sul territorio i contrari sono ben più dei favorevoli – aggiungono -. La realtà è evidente e sotto gli occhi di tutti: la Legge 9/2016 ha portato benefici per migliaia di cittadini piemontesi, lo raccontano tutti gli studi, a partire da quelli condotti da IRES Piemonte”.

“Il gioco è finito e la Lega ha perso, game over. E’ arrivato il momento, dopo settimane, che il Consiglio regionale si occupi delle vere priorità dei cittadini piemontesi: piano vaccinale, sostegni ai settori in difficoltà, edilizia sanitaria, trasporto pubblico locale e molto altro. Temi completamente dimenticati a causa dell’assurda operazione targata Lega di rimettere in discussione la legge, dopo averla però votata appena 5 anni fa” concludono i 5 Stelle.

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo