congelatori vaccino covid
News
IL CASO

Il Piemonte cerca 30 ultracongelatori: a vigilare sulle fiale saranno i militari

La Regione lancia una gara da 602mila euro per le dosi che saranno stoccate dall’Esercito a Pratica di Mare

Il conto alla rovescia per l’arrivo del vaccino contro il Covid in Piemonte è cominciata con l’annuncio fatto dal governatore Cirio, venerdì, sull’arrivo delle prime dosi previsto per fine gennaio. Così, con scadenza fissata a lunedì prossimo, negli scorsi giorni è comincia la “caccia” a 33 congelatori capaci di mantenere la temperatura a -80 gradi centigradi. Quelli che il Piemonte acquisterà attraverso una gara condivisa con il Molise, a cui ne andranno tre, per un valore complessivo di 602mila euro, comprensivi di rinnovo per l’acquisto di altri dieci pezzi. Uno dei modelli presenti sul mercato, secondo i dettagli del progetto per la creazione di un “hub” di stoccaggio a Casale Monferrato inviato a Roma dalla Regione, costa intorno ai 10mila euro per 1.000 litri di capacità. Ad oggi le previsioni fatte dal Commissario Domenico Arcuri parlano di almeno 300 centri di distribuzione negli ospedali di tutta Italia, dove verrebbero installati gli ultracongelatori. Ventotto, quelli già individuati in Piemonte di cui dieci nella provincia di Torino. I vaccini Pfizer verrebbero consegnati lì in “cool box” con una capacità fino a 5.000 dosi e in grado di mantenere la temperatura a -70 gradi centigradi per dieci giorni prima richiedere una sostituzione del ghiaccio secco.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo