Il caos in piazza San Carlo a Torino
Cronaca
Avvisi da notificare ai legali dei 21 indagati e a tutte le persone ferite che hanno sporto querela

Piazza San Carlo, procura dispone perizia su spray urticante

Il 18 gennaio saranno eseguiti gli accertamenti nei laboratori della polizia scientifica

La causa del caos in piazza San Carlo nella tragica notte del 3 giugno potrebbe essere stata uno spray urticante. Questa, almeno, è l’ultima tesi della procura della repubblica di Torino, che cerca tracce di spray su vestiti, scarpe e altri oggetti personali sequestrati subito dopo gli incidenti.

LE NOTIFICHE

Il procuratore aggiunto Vincenzo Pacileo, il pm Antonio Rinaudo e il procuratore capo Armando Spataro nelle vesti di supervisore hanno disposto di notificare l’avviso agli avvocati difensori dei 21 indagati e alle 345 persone ferite che hanno sporto querela. Avvisati, naturalmente, anche i familiari di Erika Pioletti, l’unica vittima di quella drammatica serata.

L’ACCERTAMENTO

La Digos dovrà consegnare la documentazione entro il 10 gennaio, mentre l’accertamento volto a rinvenire tracce di spray urticante sarà eseguito il 18 gennaio nei laboratori della polizia scientifica in via Veglia. Sin dalle prime ore dopo gli incidenti si era sparsa la voce su possibili spruzzi di spray, una voce sinora senza riscontro.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo