Schermata 2017-06-24 alle 08.00.26
Cronaca
IL CASO

PIAZZA SAN CARLO. Organizzatori assicurati per 6 milioni. Così i risarcimenti potrebbero saltare

L’ente incaricato dell’evento non aveva stipulato polizze extra: potrebbe pagare la Città

Molto dipenderà da ciò che verrà accertato dalle indagini condotte dalla Procura per capire su chi ricadranno le responsabilità per la notte di sangue e follia dello scorso 3 giugno. Ma uno degli scenari che si stanno delineando già adesso è talmente fosco da far correre un brivido lungo la schiena: Turismo Torino, la controllata della Città materialmente incaricata di montare in piazza San Carlo il maxi schermo per la finale di Champions League Juventus-Real Madrid, non avrebbe stipulato alcuna assicurazione supplementare per coprire eventuali danni a cose o persone.

Nessuna copertura aggiuntiva, quindi, per fronteggiare l’incubo che poi si è drammaticamente concretizzato in centro: 1.526 feriti, alcuni ancora in gravissime condizioni, e un morto, la 38enne Erika Pioletti. Potenzialmente, centinaia e centinaia di richieste di risarcimento per decine e decine di milioni di euro da liquidare attraverso la polizza di responsabilità civile normalmente sottoscritta da Turismo Torino. Che però ha un massimale di appena 6 milioni di euro, poco più dell’Rca di una vettura di media cilindrata.

Continua a leggere il giornale in edicola oggi

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo