PiazzaSanCarlo
Cronaca
Udienza preliminare aggiornata al 18 febbraio

Piazza San Carlo, Comune di Torino e ministero dell’Interno responsabili civili

Il gup Maria Francesca Abenavoli ha accolto la richiesta presentata dalle persone offese

Anche il Comune di Torino e il ministero dell’Interno entrano a pieno titolo nella vicenda giudiziaria legata ai tragici fatti del 3 giugno 2017 in piazza San Carlo. Il gup Maria Francesca Abenavoli, infatti, ha accolto la richiesta presentata dalle persone offese, respingendo la citazione della prefettura: Comune e Viminale, dunque, saranno responsabili civili.

Stessa sorte per Turismo Torino, l’agenzia partecipata dal comune incaricata di organizzare la proiezione in piazza della finale di Champions League tra la Juventus e il Real Madrid, una proiezione su maxischermo finita poi nel dramma con panico, incidenti, oltre 1500 feriti e una donna morta a causa delle lesioni riportate, Erika Pioletti. 

La data dell’udienza preliminare è stata aggiornata al 18 febbraio anziché al 7 dello stesso mese a causa di concomitanza con un’altra udienza, quella del procedimento che viaggia su binari paralleli contro la gang di giovanissimi di origine marocchina accusati di aver scatenato il panico quella stessa sera spruzzando dello spray al peperoncino.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

News
Vinci TorinoCronaca 2023
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo