appendino
Cronaca
La denuncia da parte di uno dei feriti

PIAZZA SAN CARLO. Appendino indagata per gli incidenti: “Atto dovuto”. Il Comune smentisce

La denuncia da parte di uno dei feriti. “Avrebbe dovuto organizzare meglio l’evento”

La Sindaca di Torino, Chiara Appendino, è indagata per quanto accaduto in piazza San Carlo lo scorso 3 giugno.

La Appendino è iscritta sul registro degli indagati per lesioni come “atto d’ufficio”. “Un atto dovuto”, in seguito all’iniziativa di una delle persone ferite in piazza: ha denunciato direttamente Appendino, scrivendo che era compito della sindaca, e quindi del Comune che lei rappresenta, organizzare al meglio la macchina dell’ordine pubblico, senza mettere a repentaglio la vita delle persone.

Il senso della denuncia è che il Comune avrebbe dovuto organizzare l’evento mettendo in atto quelle misure di sicurezza volte a evitare pericoli, come ad esempio vietare agli abusivi di vendere bottiglie di birra in vetro: il 90% delle lesioni sono infatti state causate da ferite da taglio.

Nessuna conferma da Palazzo civico circa l’iscrizione della Appendino sul registro degli indagati, mentre il procuratore Armando Spataro ha dichiarato: “Se avrò qualcosa da comunicare, lo farò più avanti con una nota stampa. Al momento, smentisco quanto trapela”.

“Non abbiamo ricevuto nulla, nessuna comunicazione dalla Procura. Smentiamo categoricamente”: così Luca Pasquaretta, portavoce della Sindaca, ha commentato la notizia.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo