PiazzaGualchi
News
BEINASCO Maggioranza a rischio

Piazza “lascia” la neo sindaca: la nuova giunta è già in crisi

Altri due consiglieri sarebbero pronti ad abbandonare la Gualchi, eletta 20 giorni fa

È stato un primo consiglio comunale che non ha lesinato sorprese, quello andato in scena giovedì sera nella sala della ex chiesa di Santa Croce. Il nuovo corso dell’amministrazione di Antonella Gualchi si apre infatti con uno scisma, con l’ex sindaco Maurizio Piazza che ha annunciato, gelando l’assemblea, di «…non aderire in consiglio al gruppo del Pd». Alla base di tale scelta l’esclusione da incarichi istituzionali, nonostante fosse stato il più votato tra le fila dei democratici.

Quanto successo delinea pure la rottura di un lungo sodalizio con la neo sindaca. Rottura che, secondo quanto riferito dallo stesso Piazza al termine della seduta, si sarebbe consumata nei dieci giorni seguenti il ballottaggio. «In quel primo e unico incontro mi è stato detto “Se ci sei tu non ci sono le condizioni per governare” – ripercorre -. Questo ha poco a che fare con la politica, ma ha molto della questione personale. Non sono uscito dal partito, ma ho scelto di non aderirvi in consiglio. Scelta per me assai dolorosa, ma la dignità non si può calpestare. Durante la campagna ho lavorato tanto per Antonella, la sua giunta è formata da nomi presenti già nella mia, segno di una continuità e di un buon governo che evidentemente sono stati apprezzati. Eppure sono stato escluso».

E in effetti negli ultimi tempi molto si era vociferato su quello che avrebbe potuto essere il ruolo di Piazza nella nuova amministrazione. L’ex sindaco avrebbe puntato alla presidenza del consiglio: un ruolo di garanzia per il quale, però, la maggioranza ha preferito il nome di Cristian Cocivera, già capogruppo del Pd nella scorsa amministrazione. «La nostra non è stata una scelta improvvisata, il nome di Cocivera è stato scelto da tutti in una riunione in cui Piazza non ha ritenuto venire. È una persona con esperienza e che ha fatto un percorso – replica Gualchi -. Piazza avrebbe continuato a stare in Città metropolitana, è membro dell’Anci, tutti ruoli in cui avrebbe potuto portare avanti le istanze di Beinasco. Vorrei ricordare inoltre che lo abbiamo sempre sostenuto, in questi dieci anni e nel percorso che lo ha visto come candidato in Regione. Sono io ad essere stupita da quanto successo».

Intanto Piazza, già dal prossimo consiglio siederà nel gruppo misto a cui è probabile si aggiungano in tempi brevi altri due consiglieri. Situazione potenzialmente rischiosa per la nuova amministrazione, se non si farà una riflessione che possa portare a un rinnovato dialogo. L’opposizione intanto, non è rimasta a guardare. Daniel Cannati, leader del centrodestra, è durissimo: «La maggioranza che 20 giorni fa ha vinto di misura le elezioni a Beinasco non esiste più. Mi auguro che il neo sindaco tragga le conseguenze politiche emerse dal consiglio comunale e risparmi ai beinaschesi 5 anni di agonia».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo