Schermata 2017-09-15 alle 08.11.06
News
CHIOMONTE

Pian del Frais verso la rinascita. Tre milioni per i nuovi impianti

Nei progetti del Comune c’è anche l’innevamento artificiale delle piste

Potrebbe essere solo questione di tempo prima di rivedere in funzione, come ai bei tempi, l’area sciistica di Pian del Frais. Il Comune di Chiomonte ha infatti approvato i due progetti che daranno nuova linfa alla zona. Da un lato, la costruzione della nuova seggiovia a fune alta che prenderà il posto di quella di Pian Mesdì. Dall’altro, lo skilift di “Costa Piana” che traslocherà da Sauze d’Oulx e verrà posizionato dove una volta c’era la ex sciovia di “Clot Bigot”. I progetti avranno un costo, rispettivamente, di 95mila e di 19mila euro.

Si pone quindi fine ad una vicenda che dura da anni, nel corso dei quali quell’area che era stata oggetto anche di alcuni sabotaggi e lasciata all’abbandono. Nei prossimi mesi, Palazzo Civico affiderà l’incarico professionale a chi formulerà l’offerta economica più vantaggiosa. A tenere le fila sarà l’Unione Montana Alta Val Susa, che consulterà gli operatori economici, scelti o tramite una indagine di mercato o tramite manifestazione di interesse.

Una volta diventati ufficiali i progetti, allora scatterà il conto alla rovescia per l’avvio dei cantieri. Lavori che costeranno tre milioni di euro: 400mila serviranno per trasportare la seggiovia da Sauze d’Oulx a Chiomonte e arriveranno dal “tesoretto” rimasto dalle Olimpiadi di Torino di undici anni fa. La nuova sciovia, invece, costerà 1.6 milioni di euro, mentre un altro milione verrà investito per realizzare l’impianto di innevamento artificiale diultima generazione che permetterà di avere una pista attiva pressoché tutto l’anno.

In attesa dei progetti, in municipio il sindaco Ollivier e la sua giunta devono capire quale sia la soluzione migliore per quanto concerne la nuova seggiovia. Tra le ipotesi c’è quella che vede la partenza dove è presente l’attua le stazione posizionata a valle e arrivo in quella che fino a oggi era quella intermedia, all’altezza della pista Baby. L’altra invece, sarebbe una sciovia sull’asse della preesistente “Lo Scoiattolo”. Anche per questo motivo, i progettisti che vorranno partecipare, dovranno presentare un duplice progetto che tenga conto di entrambe le possibilità rese note da Palazzo Civico qualche giorno fa.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo