SupermercatoAurora
News
AURORA L’appello delle famiglie del Borgo: «Abbiamo bisogno del commercio al dettaglio»

Petizione per il supermercato: «Ma riaprirlo sarà un’impresa»

Nel quartiere abbondano phone center e venditori di kebab, manca invece un market

Chiuso da quasi un anno e mezzo, arresosi a causa del degrado e di un personale ridotto. Ma in tanti, oggi, metterebbero la firma per la riapertura del market di corso Giulio Cesare. In primis i residenti e i commercianti che tornano a lanciare appelli all’amministrazione comunale, nella speranza che riapra in Aurora un negozio made in Italy.

Possibilmente un supermercato, considerate anche le chiusure del vicino corso Vercelli. «È stato un grosso dispiacere – spiega il presidente dell’associazione commercianti di corso Giulio, Domenico Panetta – e speriamo che, prima o poi, possa riaprire. Eventualmente anche sotto una nuova gestione, possibilmente italiana visto che di negozi nostrani ne sono rimasti pochi».

Nessuno dei clienti si aspettava un epilogo di questo tipo per una delle ultime attività italiane rimaste in zona. Eppure le avvisaglie non erano mancate. Già a maggio del 2016 la direzione aveva deciso di affiggere un volantino fuori dal market, con i nuovi orari che prevedevano chiusura al pomeriggio. Ad esclusione del sabato. Poi la situazione è peggiorata. E i titolari si sono visti costretti ad abbassare le serrande. Creando sconforto soprattutto nei pensionati.

«Le speranze non sono molte – spiega Giovanni Sepede, presidente Arqa – ma ci auguriamo sempre soluzioni positive per il futuro di Aurora». Poche sono le attività ancora aperte. Un declino che in sei anni ha rivoluzionato l’anima di Aurora, consegnandola alle attività straniere.

Dai phone center ai kebab passando per negozi romeni e cinesi. Senza trascurare quegli esercenti che hanno abbassato la serranda per colpa della criminalità e dello spaccio. E mentre qualcuno, nel borgo, prova a raccogliere le firme altri sperano in una manifestazione in grado di riaccendere i riflettori sul quartiere dimenticato.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo