IVREA

Pestaggio per la mascherina. Denunciati i due aggressori

Calci e pugni a un autista di autobus e a un passante intervenuto in sua difesa

Sono stati individuati i due giovani che pur di non indossare la mascherina avevano pestato un autista di autobus e un passante accorso in suo aiuto a Ivrea.

Si tratta di due ragazzi, italiani, di 20 e 22 anni, residenti a Ivrea e Samone. Secondo i carabinieri sono loro gli autori dell’aggressione avvenuta lo scorso mercoledì nel pieno centro di Ivrea, nella zona di Porta Vercelli. I giovani, entrambi già noti alle forze dell’ordine anche per precedenti episodi analoghi, la sera dello scorso 24 giugno sono saliti su un mezzo della linea 5, nella tratta che serve il lago Sirio fino a Quassolo. Il problema è sorto quando l’autista, correttamente, aveva invitati i giovani a rispettare le norme anti-Covid-19, chiedendo loro di mettersi una mascherina oppure di scendere dal bus. I due passeggeri, probabilmente alticci dopo un pomeriggio trascorso sulle sponde del lago Sirio, prima lo avevano insultato e poi erano passati ai fatti, aggredendolo con calci e pugni. In aiuto dell’autista era arrivato un 55enne che si trovava nei pressi della fermata ma anche lui era stato aggredito dai due malviventi. Per fortuna però prima era riuscito a chiamare il 112 e chiedere l’intervento dei carabinieri.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single