Tenta di strangolare la moglie: bloccato dai carabinieri mentre la insegue in auto. E' successo ieri sera, vigilia della festa della donna, nel Vercellese
News
E’ successo a Venaria. L’aguzzino è stato arrestato dai carabinieri

Pesta e violenta l’ex segregandola in casa e minacciandola con la pistola

L’uomo, spesso ubriaco e drogato, per evitare che la donna scappasse, era solito legarla al letto, obbligandola ad urinare dentro un catino

Ha pestato e violentato l’ex convivente, segregandola in casa e ammanettandola al letto. Come se non bastasse l’ha anche costretta a urinare dentro una bacinella. Un uomo di 41 anni, S.C., è stato arrestato dai carabinieri di Venaria, su disposizione del Tribunale di Ivrea, perché ritenuto responsabile di sequestro di persona e violenza sessuale aggravata, reati commessi ai danni della sua ex nel periodo compreso tra agosto e ottobre del 2017.

COSTRETTA A RAPPORTI SESSUALI CON LA MINACCIA DELLA PISTOLA
L’uomo, spesso ubriaco e drogato, ha costretto la donna a violenti rapporti sessuali, minacciandola con una pistola puntata alla bocca. E quando la vittima opponeva resistenza, quest’ultima veniva colpita con pugni allo stomaco e schiaffi in faccia. Inoltre, per evitare che l’ex convivente scappasse di casa, l’aguzzino era solito ammanettarla al letto, obbligandola a urinare dentro un catino senza permetterle di andare in bagno.

LE VIOLENZE ANCHE CONTRO LA MADRE E IL FRATELLO
Le violenze, come accertato dai carabinieri, hanno riguardato anche la madre e il fratello dell’uomo, colpiti con pugni alla testa e alla pancia e costretti ad andare a cercare per strada mozziconi di sigarette spente per ricavarne del tabacco.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo