campo nomadi
News
COLLEGNO

Perdita d’acqua al campo nomadi. E ora chi paga quei 250mila euro?

Interviene il Comune. I comitati: «Spreco incredibile»

Prima gli incendi sotto il cavalcavia di corso Sacco e Vanzetti, legati all’accumulo dei rifiuti, poi le perdite d’acqua. Il campo nomadi di strada della Berlia, a Collegno, era finito nel mirino dei comitati di zona Parella a causa dello spreco dell’acqua. «Il nostro comitato – spiega la presidente di “Torino in Movimento”, Federica Fulco – ha chiamato la Smat ma visto che non era di loro competenza abbiamo dovuto interpellare il Comune di Collegno che ha chiuso la perdita».

Il via vai è durato un paio di settimane. Prima i comitati, a contatto con i residenti del campo, sono intervenuti fotografando la perdita. «Poi la questione – racconta Lorenzo Paparo del comitato spontaneo “Parella Sud-Ovest” – ha cominciato ad andare per le lunghe. Diventando anche di dominio pubblico. Per fortuna l’amministrazione di Collegno è intervenuta chiudendo il caso». Ma a preoccupare, ora, è la salatissima bolletta – ben 250mila euro – che il Comune potrebbe pagare subito, per poi chiedere il rimborso ai rom.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo