ex nebiolo 2
Cronaca
CORSO NOVARA

Per l’ex Nebiolo futuro al palo: senza università niente rilancio

Il vecchio edificio è abbandonato da più di 20 anni. La 7 chiede servizi

Erba alta e marciapiedi sporchi, lamiere arrugginite e una generale sensazione di abbandono. Non se la passano certo bene le ex officine Nebiolo di corso Novara, da oltre vent’anni alla ricerca di un futuro che continua a non essere definito. Dopo gli appelli delle famiglie e dei comitati di borgo Aurora, la Città avrebbe ricevuto un’offerta da parte dell’Università. Ma da un anno a questa parte tutti i progetti, trapelati, non hanno trovato nuovi sbocchi concreti. Lo si capisce semplicemente facendo un giro a piedi intorno all’isolato tra via Bologna e via Como, in mano all’incuria e all’abbandono.

La nota positiva è il rilancio ormai avviato dell’ex Toroc, palazzo che ospitava gli uffici del comitato organizzatore delle Olimpiadi di Torino 2006, mentre per la Nebiolo rimane solo un parcheggio per le auto della polizia municipale. E tutto intorno il degrado, ben visibile anche attraverso le maglie della rete di protezione.

SERVIZI PER AURORA
Dopo l’ultimo blitz della polizia municipale, e l’allontanamento di cinque disperati, in molti hanno chiesto un progetto, compresa la Circoscrizione 7 che oggi torna a parlare di servizi. Magari per gli studenti che dispongono di un campus in lungo Dora e di residenze private nell’ex Pastore di via Perugia. E a cui i costruttori sembrano dedicare, oggi, molta attenzione. «Di palazzine universitarie – spiega il vicepresidente del centro civico, Ernesto Ausilio -, siamo piuttosto saturi. Al contrario bisognerebbe ragionare su quali servizi mancano al territorio e a chi ne usufruirà, per evitare un domani di non avere proposte allettanti da offrire agli studenti».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo