MUNICIPIO
Cronaca
CHIERI

Per decine di box “fantasma” arriva la stangata della Tari

I proprietari dei garage ora dovranno pagare gli arretrati per i rifiuti dal 2016

I proprietari non hanno mai pagato la Tari per quei box. Anche perché non li hanno mai dichiarati a Comune e Consorzio rifiuti, tanto che non hanno neanche i bidoni.

Ma adesso si ritrovano con avvisi di accertamento da centinaia di euro, relativi al periodo dal 2016 al 2019. E a novembre arriveranno anche quelli del 2020 e del 2021. A firmarli è la Ica, concessionaria che si occupa della riscossione dei tributi per conto del Municipio: «L’abbiamo incaricata di fare gli incroci sui dati catastali in modo da scoprire i mancati pagamenti della Tari» considera l’assessore al bilancio, Roberto Quattrocolo. Così stanno emergendo tutti gli “immobili fantasma” che non hanno mai aperto un’utenza dei rifiuti. Fra questi ci sono anche box e garage che non sono collegati direttamente a un’abitazione principale, come quelli dei complessi interrati nel centro storico. Ora sono arrivati gli avvisi per il periodo 2016-2019, con bolletta di centinaia di euro a causa di more e arretrati. Non solo: «Ora questi nominativi verranno girati a noi così, a novembre, emetteremo i bollettini anche per 2020 e 2021» mette in guardia Davide Pavan, direttore del Consorzio rifiuti. Ma perché un box deve pagare la Tari se non produce immondizia e non ha il bidone? «Non hanno il bidone perché non sapevamo che esistessero. Ora potranno riceverlo. D’altronde la norma è chiara almeno dal 2014: un box è soggetto alla Tari perché considerato “predisposto”». Norme a parte, c’è il buon senso: perché un utente dovrebbe pagare per un servizio che non utilizza? «La legge è chiara e i ricorsi sono sempre stati bocciati», non arretra Pavan. I proprietari di quei box non ne avevano idea, però: «Avrebbero dovuto porsi il problema e avere la premura di fare una telefonata per informarsi» chiude il discorso Quattrocolo.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo