Il corteo della Cgil (foto da Facebook)
News
La neve non ha fermato i manifestanti

PENSIONI. Torino, scatta la mobilitazione della Cgil: in 20mila sfidano il maltempo [LE FOTO]

Gruppi da tutto il Nord Italia sono arrivati a Porta Susa per poi raggiungere piazza San Carlo. Alla protesta ha aderito anche il sindacato di polizia Silp-Cigl

La neve non ferma i manifestanti. A Torino circa 20mila persone hanno aderito alla mobilitazione nazionale della Cgil contro la riforma delle pensioni. Formano il corteo, partito da Porta Susa alle 9:30, gruppi arrivati da tutto il Nord Italia: sono trecento, infatti, i bus che hanno raggiunto il capoluogo piemontese anche da altre regioni. E sono ancora attesi manifestati dalla Liguria e dalla Lombardia.

Il corteo ha raggiunto piazza San Carlo per la diretta con il segretario generale della Cgil Susanna Camusso.

Alla protesta si è aggiunto anche il sindacato di polizia Silp-Cigl. “I poliziotti sono anziani per svolgere il loro mestiere e le riforme in ambito previdenziale non consentiranno di avere una pensione dignitosa”, ha spiegato il segretario regionale Nicola Rossiello. “Ma è ancora più grave ciò che aspetta i giovani poliziotti, che andranno in congedo con pensioni da fame”.

LE RAGIONI DELLA PROTESTA.

Come spiegato dalla Cgil Torino “la manifestazione è stata indetta per chiedere il ripristino di un sistema previdenziale giusto, equo e sostenibile non solo economicamente ma anche socialmente. La distanza tra le richieste del sindacato e quanto il governo ha proposto è enorme. Soprattutto è distante la considerazione che chi ci governa ha del lavoro e delle persone che lavorano, che per la Cgil devono essere portatrici di diritti e non diventare merce”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo