IL CASO

Pedinate, pestate e minacciate: due donne salvate dai loro ex

A Trofarello e a Beinasco è stato decisivo l’intervento dei carabinieri

(depositphotos)

Ancora due uomini che picchiano le loro donne. Le minacciano, vessano, umiliano, spesso davanti ai figli. Altri due casi che, negli scorsi giorni, sono stati portati alla luce e finalmente fermati dai carabinieri della compagnia di Moncalieri, a Trofarello e Beinasco. Il primo arresto è avvenuto nel paese delle amarene. Qui i militari dell’Arma hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia un 45enne italiano, M.D.M., con alle spalle già diversi precedenti penali. L’uomo, sulla cui testa pendeva un divieto di avvicinamento sia nei confronti della ex compagna sia dei due figli che avevano avuto insieme, non riusciva a rassegnarsi alla fine del loro rapporto. Un rapporto morboso, feroce, da sempre condito di botte e angherie spesso perpetrate anche davanti ai due figli della donna, un ragazzino di 12 anni e una ragazza di 19. I fatti sono avvenuti dal 2018 sino al giugno scorso. L’uomo sottoponeva la compagna, con cui conviveva da circa 20 anni, a continue vessazioni, umiliazioni e violenze fisiche, minacciandola di farle del male se lo avesse lasciato. Le botte arrivavano puntuali alla fine di ogni litigio, seppur scoppiato per motivi banali.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single