IL FATTO

Pecetto, il vandalo si vanta su Internet e il sindaco si fa pagare i danni

Il giovane ha danneggiato la statua della ciliegia all’ingresso del paese

Ha scambiato il monumento alla ciliegia posto all’ingresso di Pecetto per una pertica, arrampicandosi sul “picciolo”. E neanche il fatto di averlo danneggiato l’ha convinto a desistere dal suo obiettivo: scattare delle foto da pubblicare su Instagram, alla ricerca della stupida ammirazione di amici e follower.

Una bravata che adesso gli costerà cara, visto che a rintracciarlo è stato direttamente il sindaco di Pecetto, Renato Filippa. Il monumento si trova sulla rotonda della chiesa di San Sebastiano, di fronte alla piazza delle ciliegie. È lì dal 2015, quando venne posizionato in occasione del centenario del mercato del frutto simbolo del paese. « L’altra mattina mi hanno subito chiamato diversi cittadini – racconta il primo cittadino – sia per segnalarmi il danno, sia per farmi notare che su Instagram erano state pubblicate quelle immagini».

Il sindaco a quel punto avrebbe potuto andare direttamente a sporgere denuncia ma ha preferito tentare un’altra strada: «Ho scritto a questo ragazzo – spiega Filippa -, gli ho spiegato che il suo è un reato penale, visto che si tratta di danneggiamento aggravato. E l’ho invitato a contattarmi per risolvere la questione». Il resto lo si può facilmente immaginare.

Il vandalo – un 25enne non del paese – si è presentato in municipio e a testa bassa ha ammesso le proprie responsabilità: «Ho fatto una gran fesseria – ha detto, chiedendo scusa al sindaco -. Non so neanche io perché l’ho fatto». Insieme a lui, quella notte, c’era anche un amico incaricato di riprendere la bravata ma la responsabilità se l’è presa tutta il protagonista delle foto. «Il danno sarà riparato – annuncia il primo cittadino – e il conto ovviamente lo pagherà il vandalo che così eviterà di essere denunciato. Tra l’altro la sua è stata una bravata doppiamente stupida perché anche se non si fosse vantato sui social, lo avremmo identificato lo stesso: quella rotonda infatti è sorvegliata dalle nostre telecamere».

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single