pastori killer castelrosso
News
CHIVASSO

Pastori uccisi per vendetta: dieci anni di sconto ai killer

Ridotta la pena per i quattro uomini accusati del duplice omicidio di Castelrosso
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Dieci anni di sconto di pena ai quattro pastori assassini autori del massacro di Castelrosso di Chivasso dove furono uccisi a bastonate due pastori rumeni.

È la sentenza pronunciata ieri mattina dal presidente Fabrizio Pasi della Prima Corte d’Appello d’Assise di Torino nei confronti di Daniele Bergero, 26 anni di Front Canavese, Romano Bergero, 34 anni di Foglizzo, Piero Bergero, 31 anni di Oglianico, e Alex Bianciotto, 30 anni di Mercenasco, difesi dagli avvocati Enrico Scolari e Celere Spaziante del foro di Ivrea. Un considerevole abbassamento, ottenuto con il rito abbreviato, per i quattro imputati che in primo grado erano stati condannati, lo scorso anno, a 30 anni cadauno. Le vittime si chiamavano Costel Cornel Calinciuc, 38 anni, e Doru Olaru Constantin, 28 anni, entrambi di origini romene, uccisi a bastonate il 24 ottobre 2017 nelle campagne di frazione Castelrosso, vicino a Chivasso. Gli imputati erano accusati dei reati di omicidio premeditato, occultamento di cadavere, incendio e detenzione armi da fuoco ed erano stati giudicati con rito abbreviato. Il magistrato aveva anche riconosciuto per ognuno un risarcimento provvisionale di centomila euro nei confronti delle famiglie delle due vittime.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo