birichin
News
IL REPORTAGE

Pastifici, ristoranti e aziende: «Solo il delivery salva i conti»

Le consegne a domicilio, indispensabili per far quadrare i bilanci

Pastifici, ristoranti e aziende torinesi stanno provando ad affrontare la crisi generata dall’emergenza coronavirus con le consegne a domicilio, indispensabili per far quadrare i bilanci. Ecco che cosa dicono a CronacaQui:

Nicolo Batavia BIRICHIN

Anche le prelibatezze del ristorante stellato Birichin ora arrivano direttamente a casa. «Ho ricevuto diverse richieste da parte dei clienti e così ho deciso di estendere al ristorante il servizio di consegna a domicilio già attivo nel bistrò The Egg» spiega lo chef, Nicolo Batavia. Dal menù di via Monti si possono ordinare: le uova con patata, fonduta, nocciola e cacao, e i tajarin con fassona, cicoria e grana. Ai clienti non basta che alzare la cornetta.

Gigi Molinari CASA DEL BAROLO

Con il ristorante chiuso causa decreto sul coronavirus, Gigi Molinari, titolare della Casa del Barolo di via Andrea Doria, ha deciso di attivare il servizio di delivery. «In questo modo cerchiamo di risollevarci dalla crisi. Non si molla mai».

Davide Ponta MADAMA DELLA ROCCA

È corso ai ripari anche il ristorante Madama della Rocca. «Il fatturato è calato del 90% e così per recuperare stiamo consegnando a casa sempre più pizze e hamburger» spiega Davide Ponta, uno dei tre soci titolari del ristorante.

Mauro Rosada GASTRONOMIA

«Non potendo vendere i nostri prodotti sul posto, le consegne a casa sono aumentate del 50%» spiega Mauro Rosada, titolare dell’omonima gastronomia in via Magenta. «Facciamo attenzione alle norme igieniche».

Famiglia Muzzarelli PASTIFICIO

«Dato che non possiamo più lavorare nel catering adesso portiamo i nostri prodotti direttamente a casa del cliente». Così la famiglia Muzzarelli, titolare dello storico Pastificio Bolognese di via San Secondo 69. «Le vendite sono crollate ma speriamo di risollevarci».

Gabriele Noberasco FRUTTA SECCA

Con il centro deserto, anche la storica azienda della frutta secca Noberasco di via Gramsci ha attivato le consegne a domicilio. «Nel nostro punto vendita verranno soltanto un paio di persone al giorno, gli incassi sono crollati del 90% e abbiamo deciso di aprirci al delivery tramite la carta fedeltà» spiega Gabriele Noberasco che per Pasqua propone le sue “uova giapponesi” artigianali.

Tommaso Seinera PANINERIA MOLLICA

Consegne gratuite estese a tutta Torino. Così Tommaso Seinera, 31 anni, titolare della panineria Mollica di via Madama Cristina, ha deciso di vincere la crisi: «Lavoriamo a pieno regime, Facebook e Instagram ci aiutano molto con gli affari».

Umberto Bonaventura MACELLERIA

Gli ambulanti dell’Antica Tettoia dell’Orologio di Porta Palazzo effettuano consegne a domicilio gratis. «Le vendite sono calate di oltre del 50% e per recuperare portiamo i nostri prodotti a casa gratuitamente» sottolinea il macellaio Umberto Bonaventura.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo