Cronaca
Operazione della Polfer

Passeggeri minacciati e rapinati sui treni della linea Torino-Savona: smantellata la gang [FOTO E VIDEO]

Sei, complessivamente, le misure cautelari eseguite, di cui quattro in carcere e quattro le denunce

Accerchiavano le loro vittime, di solito giovani, e, dopo averle minacciate brandendo coltelli, tubi metallici e bastoni, le costringevano a mollare soldi, preziosi ed, in un’occasione, finanche dei vestiti appena acquistati. Di questo sono accusati i componenti di una gang composta da dieci persone, 8 magrebini e due italiani, di cui 3 minorenni, accusata di aver messo a segno diverse rapine con quella modalità così brutali, a bordo dei treni regionali della linea Torino-Savona.

VITTIME MINACCIATE E SPINTONATE
La violenza del gruppo, secondo quanto accertato dagli investigatori, in alcuni casi non si limitava alle solo minacce verbali. Le vittime, infatti, venivano spesso anche spintonate e costrette a rimanere sedute mentre i rapinatori le ripulivano.

L’INDAGINE DELLA POLFER
A giungere sulle tracce della gang, al termine di una serrata operazione d’indagine denominata, in codice, “Train gang” e svoltasi anche attraverso l’utilizzo dei social network, sono stati gli agenti della squadra di polizia giudiziaria del compartimento della polizia ferroviaria per il Piemonte e la Valle d’Aosta.

LE IMMAGINI DELLA VIDEOSORVEGLIANZA
Gli agenti sono riusciti a risalire all’identità dei razziatori anche grazie all’analisi delle immagini dei sistemi delle telecamere di videosorveglianza installati a bordo dei treni e nelle stazioni ferroviarie, dove i componenti della banda sono stati filmati durante le fasi delle rapine e mentre fuggivano dopo aver messo a segno il colpo.

ESEGUITE SEI MISURE CAUTELARI
Sei, complessivamente, le misure cautelari eseguite dagli uomini della Polfer, di cui quattro in carcere, e quattro le denunce (a piede libero). Le successive perquisizioni domiciliari, nelle residenze degli indagati, hanno consentito di acquisire importati prove, tra le quali l’abbigliamento indossato durante gli eventi ed una pistola giocattolo priva di tappo rosso.

SI INDAGA SU ALTRE RAPINE
Al vaglio degli investigatori ci sono anche altre rapine messe a segno sulla stessa tratta ferroviaria, sempre ai danni di giovani ragazzi, compiute la scorsa estate.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo