Depositphotos
Parole Parole Parole

Parole parole parole

PO Con la sua lunghezza, 652 km il Po è il più lungo fiume interamente compreso nel territorio italiano. Ma a cosa deve il suo nome? I greci lo chiamavano Eridanós (in italiano, Eridano). Per i celto-liguri, il nome del fiume era invece Bodinkòs. I latini lo battezzarono Padus, (da cui l’aggettivo padano). Il nome deriverebbe da una parola celtoligure, pades, indicante una resina prodotta da una qualità di pini selvatici che erano diffusi nell’area padana. Il nome Po sarebbe dunque una contrazione di Padus.

TANARO Come per il Po, non vi sono certezze in merito al nome del Tanaro, secondo fiume per lunghezza in Piemonte: può forse essere associato al nome celtico “Taranus” e al britannico “Taran” (temporale , tuono, dio del temporale).

TEVERE L’antico nome del fiume era Albula, per il colore chiaro delle sue acque. Un altro nome antico, di origine etrusca, era Rumon (forse collegato al nome di Roma?). Il nome attuale potrebbe derivare dal nome del re latino Tiberino Silvio, che vi sarebbe annegato.

TICINO Il Ticino misura complessivamente 248 km di lunghezza; deve il suo nome forse alla parola celtica “tek ”, che a sua volta proviene dal sanscrito tak con il significato di muoversi, andare, correre. Dunque, il nome significherebbe letteralmente “acqua che si muove”.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo