Magi
Parole Parole Parole
La rubrica

Parole parole parole

Le origini dei termini “Natale”, “Magi” e “stella”

NATALE Si tratta di una parola che usiamo senza pensare, esattamente, a cosa voglia dire. Il termine italiano “Natale” deriva dal latino cristiano Natalem (sarebbe il diem natalem Christi, giorno di nascita di Cristo). A sua volta, questa parola deriva da natus, participio perfetto del verbo nasci cioè nascere .

MAGI Mago. La parola latina “magus” deriva dal greco “magos”, a sua volta influenzata dal persiano antico “magu”. Non pensate ai maghi con il cappello a cono, piuttosto ai sacerdoti (questo, il significato originario) più importanti di una comunità. Oggi il mago indica colui che pratica la magia, ma al tempo in Medio Oriente indicava un saggio sacerdote, spesso un astronomo. Non è un caso che Gesù Bambino sia stato visitato da tre magi, che erano proprio tre (o più) anziani saggi orientali.

STELLA Curiosa è l’etimologia della parola “stella ”, derivata forse dal greco aster. Stella deriverebbe da un vocabolo preindoeuropeo: hster, nel significato di ardere. Da ciò deve il suo nome la dea Istar della mitologia babilonese (con la quale si indicava, però, il pianeta Venere). In pratica, il nome attuale deriverebbe dall’arcaico astella, derivato dal greco aster (in latino astrum). La voce è così importante che ha generato a sua volta altre parole: ad esempio, dal greco dys (male) + astèr (stella) si ottiene “disastro”, che è qualcosa che nasce sotto una cattiva stella. Va ricordato che il nome del genere floreale (Aster) deriva dal greco e significa (in senso ampio) “fiore a stella”.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Gruppo Gheron
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo