giardini reali nuovo look gn
Cronaca
CIRCOSCRIZIONE 1

Parco giochi tra i vecchi bastioni: nuovo look per i Giardini Reali

L’intervento di riqualificazione a ridosso dei bastioni della città

Un parco viene riconsegnato alla cittadinanza, altri due promettono di essere rinnovati, un altro di nascere da zero a ridosso dei bastioni della città. Parliamo dei progetti di riqualificazione urbana finanziati con i fondi strutturali europei messi a disposizione dal Next Generation Eu, il piano di investimenti messo in campo dall’Unione Europea per dare abbrivio allo sviluppo sostenibile dopo la pandemia. Lunedì in Circoscrizione 1 è stato illustrato il progetto esecutivo che riguarda i Giardini Reali Inferiori: qui, riparato dalle mura romane e circoscritto da due siepi, sorgerà un nuovo parco giochi per bambini.

La pavimentazione antitrauma sarà in gomma colata e l’area sarà divisa per fasce d’età: giochi a forma di animali per i più piccoli, mentre i più grandi potranno simulare le lotte che avvenivano sotto la cinta muraria con l’aiuto di cavalli, armature e giostre medievali. Ci saranno anche giochi scientifici e di abilità per incoraggiare curiosità e apprendimento, come per esempio lo specchio deformante, e saranno piantati nuovi alberi. Poi ancora giochi sonori e scivoli da pendio, tavoli e panche.

La pavimentazione, i giochi e la recinzione dovranno rispettare i “metodi innovativi” prescritti dai bandi React Eu e cioè, per citarne alcuni, l’utilizzo di materiali più durevoli e superfici che consentano la crescita dell’erba e assorbano l’acqua piovana. L’area inoltre è soggetta a vincolo paesaggistico, motivo per cui, stando alle parole della responsabile del procedimento Claudia Bertolotto, la Soprintendenza ha bocciato l’area cani che chiede da tempo Fratelli d’Italia. In quel caso, infatti, non basterebbe una siepe a isolare l’area, ma servirebbe una rete contenitiva di almeno 1,80 metri, con tanti saluti alla tutela del paesaggio. Dopo la posa, le attrezzature verranno collaudate e certificate, in modo da garantirne la qualità e il rispetto dei criteri europei.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo